Irregolarità in due note discoteche a Catania: sanzioni - QdS

Dalla Playa ad Aci Castello, discoteche irregolari: “buttafuori” non autorizzati e alcol dopo le 3

webms

Dalla Playa ad Aci Castello, discoteche irregolari: “buttafuori” non autorizzati e alcol dopo le 3

webms |
venerdì 05 Agosto 2022 - 13:02

Discoteche poco sicure, buttafuori non registrati e molto altro: "guai" per due locali alla Playa e al Lungomare tra Catania e Aci Castello.

Il personale della squadra amministrativa della Divisione PASI della Questura di Catania ha effettuato controlli in due note discoteche del capoluogo etneo, rilevando una serie di violazioni.

Controlli nelle discoteche di Catania, il bilancio

Nel primo controllo il titolare della discoteca, ubicata sul lungomare tra Catania e Aci Castello, è stato denunciato per violazioni delle prescrizioni imposte nella licenza rilasciata dal Questore di Catania. All’ingresso dell’attività, infatti, venivano impiegati “buttafuori” che non iscritti nell’apposito elenco prefettizio.

Inoltre, gli agenti hanno elevato anche 2 contravvenzioni di 1.666 euro a due persone addetti ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi, poiché risultavano essere sprovvisti del relativo decreto prefettizio.

Anche nel secondo controllo, il titolare dell’altra discoteca, sita sul litorale della Playa, è stato denunciato per violazioni delle prescrizioni imposte nella licenza rilasciata dal Questore di Catania e prescrizioni imposte dalla commissione di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo a tutela dell’incolumità pubblica.

Pare, infatti, che la discoteca di Catania non osservasse l’orario di chiusura stabilito per le ore 3; inoltre, sembra che impiegasse un numero di addetti antincendio inferiore a quello imposto dalla suddetta commissione.

Il titolare di una delle più note discoteche di Catania è stato anche contravvenzionato perché non interrompeva la vendita e la somministrazione al pubblico di bevande alcoliche e superalcoliche alle ore 3.

Gli agenti hanno anche denunciato il titolare della ditta che forniva il personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi. Impiegava, infatti, impropriamente una persona con mansioni di antincendio come buttafuori senza che fosse iscritto nell’apposito elenco prefettizio. Pertanto, quest’ultimo è stato contravvenzionato ai sensi dell’Art. 3 c. 13 L. 94/2009 (Euro 1.666,00).

Immagine di repertorio

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684