“Searching for Italy”, Stanley Tucci porta la Sicilia sulla CNN - QdS

“Searching for Italy”, Stanley Tucci porta la Sicilia sulla CNN

web-dr

“Searching for Italy”, Stanley Tucci porta la Sicilia sulla CNN

web-dr |
martedì 23 Marzo 2021 - 18:40

In questi viaggi del gusto virtuali, il programma ricorda il piacere di viaggiare: conoscere gente del posto, storia e tradizioni di una destinazione e assaporare posti nuovi attraverso i nostri sensi.

“Sicilia”, è il titolo
dell’episodio finale del famoso programma sui viaggi gastronomici “Searching
for Italy”
, con protagonista l’attore premio oscar Stanley Tucci,
andato in onda negli USA sulla CNN, lo scorso 21 marzo.

Confini chiusi e tassi di
infezione da coronavirus
hanno messo in attesa, a tempo indeterminato, i
viaggi in Italia e in molte altre parti del mondo. Anche le opzioni per la
ristorazione vicino a casa sono state limitate dall’ondata di chiusure dei
ristoranti
e dai limiti di capacità ridotti indotta dalla pandemia,
incoraggiando le persone a dilettarsi in cucina, a volte per la prima volta.

Creare nuove connessioni sociali,
rimanendo socialmente distanti, è stata una sfida vinta dall’America con questo
programma ma è anche un grande omaggio all’Italia e alla Sicilia.

Stanley Tucci, è un affabile
conduttore, il perfetto americano innamorato della cucina italiana. Ogni
domenica sera, nelle ultime cinque settimane, ha condotto gli spettatori Usa in
una regione diversa del Bel Paese, chiacchierando con produttori di cibo,
chef, ristoratori, storici, enologi
, gente del posto, guide e altri esperti
mentre esplora vari aspetti della vita italiana che ruotano attorno alla
cultura del cibo
.

Un viaggio culinario che
ha portato gli spettatori Usa “in giro” per Napoli e in Costiera Amalfitana, poi
ancora Roma, Bologna, Milano, Toscana e alla fine in Sicilia.

Nella puntata dedicata all’Isola,
Stanley Tucci addenta arancini, cannoli e frutta martorana, non può
mancare l’assaggio di pane e panelle.Tra le sarde in salsa verde
e sarde a beccafico che l’attore ha gustato con una famiglia locale a Lampedusa
e le varietà di timballo che ha provato a Palermo con la principessa Stefania
di Raffadali, la puntata finale è stato un vero e proprio trionfo della cucina
siciliana
.

Non solo cibo. Tra gli argomenti,
di questa puntata, c’è anche la delicata questione di come tanti giovani
abbandonino i piccoli paesi per cercare lavoro fuori, dimenticando le ricchezze
enogastronomiche della propria terra. In una regione che investe poco
sull’imprenditoria femminile Tucci incontra Arianna Occhipinti, giovane e
ispirata vignaiola di Vittoria
, zona di produzione del Cerasuolo.

E poi un salto a Bagheria nel
ristorante “I Pupi”,
dove lo chef Tony Lo Coco ha accolto Tucci con la sua
interpretazione degli spaghetti alla bottarga. “Il cuore, l’anima del tuo
ristorante”, ha detto Tucci allo chef, “è prendere il cibo veramente
semplice della Sicilia, ed elevarlo”.

Nel corso della puntata si arriva
a Catania da “Me Cumpari Turiddu” una cena con carpaccio d’asino,
commenta Tucci “come il carpaccio di manzo, ma anche più dolce”, e
pasta alla norma al ristorante di Roberta Capizzi. “Il cibo è
ottimo”, dice Tucci, “ma l’ingrediente magico che rende questo
ristorante così speciale è la meravigliosa ospitalità siciliana”.

“Abbiamo mantenuto il segreto per quasi due anni – il commento entusiasta dalla pagina facebook del ristorante catanese -. Un onore per noi aver raccontato una delle mille sfaccettature di quest’isola meravigliosa al mondo, soprattutto attraverso un piatto come la pasta alla Norma, che tanto racconta della nostra storia”.

Marco Panasia

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684