Sicilia in testa alle regioni italiane per aumento prezzi settembre - QdS

Sicilia in testa alle regioni italiane per aumento prezzi settembre

Web-al

Sicilia in testa alle regioni italiane per aumento prezzi settembre

Web-al |
venerdì 15 Ottobre 2021 - 11:39

Lo afferma il Codacons, commentando i dati sull'inflazione diffusi oggi dall'Istat. Aumentano in media del +3,1%, col record di Catania che segna a settembre una crescita dei listini del +3,6%

La Sicilia si piazza in testa alla classifica delle regioni dove i prezzi aumentano di più a settembre. Lo afferma il Codacons, commentando i dati sull’inflazione diffusi oggi dall’Istat.

I DATI

Mentre in Italia il tasso di inflazione si attesta al +2,5%, in Sicilia i prezzi aumentano in media del +3,1%, col record di Catania che segna a settembre una crescita dei listini del +3,6%, il valore più alto tra le città italiane – spiega il Codacons – considerate le spese per consumi dei cittadini residenti nell’isola, l’aumento dei prezzi al +3,1% si traduce in una stangata su base annua pari a +750 euro a famiglia, che sfiora quota +800 euro annui per i nuclei che risiedono a Catania (+3,6%).

“I numeri dell’Istat confermano in pieno l’allarme rincari lanciato dal Codacons e rappresentano una minaccia sul fronte dei consumi – spiega Francesco Tanasi segretario nazionale del Codacons – i siciliani sono oggi i più colpiti dagli incrementi dei prezzi al dettaglio, e la stangata d’autunno, purtroppo, è destinata ad aggravarsi: i rincari delle bollette luce e gas scattati ad ottobre e la corsa senza freni dei carburanti alla pompa avranno un impatto fortissimo sull’inflazione, con i prezzi al dettaglio che continueranno ad aumentare in numerosi comparti, compresi gli alimentari. Per tale motivo rivolgiamo un appello al Governo Draghi – conclude Tanasi – affinché, dopo le bollette dell’energia, intervenga anche sulla tassazione che vige su benzina e gasolio, tagliando Iva e accise allo scopo di contenere la crescita dei prezzi al dettaglio e salvaguardare le tasche delle famiglie”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684