Sicurezza pubblica e abusivismo, senza controllo la movida pozzallese - QdS

Sicurezza pubblica e abusivismo, senza controllo la movida pozzallese

Stefania Zaccaria

Sicurezza pubblica e abusivismo, senza controllo la movida pozzallese

venerdì 09 Agosto 2019 - 01:35
Sicurezza pubblica e abusivismo, senza controllo la movida pozzallese

Confcommercio ha chiesto un incontro urgente con la prefettura e l’Amministrazione comunale. L’intento è di collaborare con le Forze dell’Ordine per contrastare situazioni delittuose

POZZALLO – Un incontro urgente con la prefettura alla presenza dell’Amministrazione comunale di Pozzallo. È questa la richiesta che arriva dalla sezione cittadina di Confcommercio dopo avere appurato che i livelli di sicurezza e l’ambulantato abusivo hanno superato di parecchio i livelli di guardia.

In piena stagione estiva, infatti, l’associazione di categoria chiede di intervenire il più presto possibile perché la città appare, soprattutto nelle ore serali, senza controllo.

“Per questo motivo – ha sottolineato il presidente sezionale Giuseppe Cassisi – abbiamo chiesto alla Giunta Ammatuna di attivare un confronto immediato su queste tematiche, considerato che siamo nel vivo della stagione estiva. Chiediamo, in particolare, al primo cittadino di provvedere nella maniera migliore al controllo della movida. Ci rendiamo conto che il Comune si trova costretto a fare i conti con delle carenze importanti di organico. Ma non possiamo fare a meno di sottolineare che dalle 20 in poi sembra che Pozzallo diventi la terra di nessuno visto che c’è una carenza assoluta di forze dell’ordine. E quindi bisogna prendere atto dell’ambulantato selvaggio che ha raggiunto dimensioni a dir poco penalizzanti per chi è in regola e paga le tasse nonché di vere e proprie scorribande che suscitano la preoccupazione di residenti e commercianti. Insomma – ha continuato Cassisi – una situazione che appare davvero insostenibile e per questo motivo chiediamo che il sindaco si possa fare portavoce di un incontro con il prefetto per cercare di comprendere come arginare questi fenomeni di devianza”.

Il confronto si è svolto qualche giorno fa, in urgenza ovviamente, considerato il tema discusso. Il prefetto e le forze dell’ordine hanno invitato l’associazione di categoria ad una reciproca collaborazione per contrastare comportamenti e situazioni delittuose che mettono in difficoltà gli operatori del settore e il vivere sociale.

“Da parte dell’associazione – ha rassicurato il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti – ci sarà la massima collaborazione per tranquillizzare chi in questi momenti vive disagi di natura criminosa percependo insicurezza. La vicinanza della categoria alla piena disponibilità della prefettura e delle forze dell’ordine farà in modo di potere garantire l’adeguata serenità ai commercianti cittadini. Ritengo che la giusta e corretta sinergia sia destinata a garantire migliori risultati e maggiore sicurezza”.

All’incontro, in cui si è discusso anche di Vittoria oltre che di Pozzallo, erano presenti il questore di Ragusa, il comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri, il comandante provinciale della Guarda di Finanza e il capo di gabinetto della Prefettura, oltre ai vertici di Confcommercio.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684