Siglato patto per bisognosi tra Caritas e Servizi sociali ragusani - QdS

Siglato patto per bisognosi tra Caritas e Servizi sociali ragusani

Stefania Zaccaria

Siglato patto per bisognosi tra Caritas e Servizi sociali ragusani

giovedì 26 Marzo 2020 - 00:00
Siglato patto per bisognosi tra Caritas e Servizi sociali ragusani

La riunione dei giorni scorsi si è resa necessaria per fronteggiare la crisi economica e sociale post-virus. Sospeso dall’Amministrazione il pagamento dei tributi, non ci saranno sanzioni o interessi

RAGUSA – “Ci troviamo davanti a un’esigenza nuova: aiutare anche chi non ha mai avuto prima bisogno d’aiuto; sostenere quei soggetti, in particolare lavoratori occasionali, attualmente privi di reddito e che non beneficiano di ammortizzatori sociali; supportare gli anziani costretti all’isolamento e in difficoltà”. Il primo cittadino di Ragusa, Peppe Cassì, si è espresso così a conclusione di un tavolo operativo tra i Servizi sociali del Comune e la Caritas.

La riunione si è resa necessaria per fronteggiare la crisi economica e sociale conseguente alla pandemia e per discutere di misure indispensabili per far fronte alle numerose chiamate arrivate al Palazzo di città.
“Come Amministrazione – ha assicurato il sindaco Cassì – procederemo a rimpinguare i capitoli di bilancio destinati al sostegno alle famiglie che vivono momenti di disagio, ma ogni associazione, azienda, impresa, professionista o privato cittadino può dare il proprio contributo con una erogazione liberale sul c/corrente intestato al comune di Ragusa con iban IT77O0503617000T20006660001 indicando come causale ‘Emergenza Coronavirus’. La generosità, però, non è solo economica. Tanti sono nella posizione di poter offrire prodotti di prima necessità o servizi di assistenza di varia natura”.

“Nelle prossime ore – ha spiegato Cassì – attiveremo un numero dedicato per censire sia chi vuole offrire la propria disponibilità e sia chi ha necessità di sostegno. Una regia unica per incrociare domande e offerte secondo modelli condivisi e già verificati dalla stessa Caritas”.

Il patto di solidarietà siglato durante l’incontro vede infatti il coinvolgimento diretto di tutte le associazioni che operano nel sociale, i club service, e chiunque ne voglia fare parte.

Abbiamo inoltre discusso in Giunta sulla questione dei Tributi locali ed assunto importanti decisioni – ha aggiunto il sindaco -. Sono innanzitutto sospesi i procedimenti di accertamento e riscossione, nonché il pagamento della Tosap prevista per il 31 marzo”.

“Quanto al servizio idrico ed alla Tari – ha sottolineato Peppe Cassì – a prescindere dalle disposizioni governative e dai chiarimenti si attendono da Roma, si è deciso di non applicare sanzioni, penali e/o interessi nel caso in cui il pagamento avvenga entro il 30 giugno e non alle scadenze previste al 31 marzo (saldo servizio idrico) e 30 aprile (rata Tari)”.

“Inoltre – ha aggiunto il primo cittadino di Ragusa – il mancato rispetto delle rate in scadenza entro il 31 maggio dei piani di rateizzazione già autorizzate del pagamento di tributi locali non comporterà la decadenza del piano stesso. Non si prospettano giornate facili, ma sono risaputi la generosità e lo spirito solidale che animano i ragusani, e che sono sicuro emergeranno anche in questo particolare momento. La nostra comunità saprà uscirne più forte. La ripartenza sta già mettendo radici”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684