Crescono i contagi, i sindaci corrono ai ripari - QdS

Crescono i contagi, i sindaci corrono ai ripari

Luigi Solarino

Crescono i contagi, i sindaci corrono ai ripari

mercoledì 13 Gennaio 2021 - 00:00

Preoccupa l’aumento di casi nella provincia. Ad Avola, Noto e Francofonte misure più stringenti per contenere la pandemia. Intanto, l’Asp ha concluso la prima fase di vaccinazioni

SIRACUSA – Aumentano in tutti i Comuni della provincia di Siracusa i numeri del contagio da Covid-19. Infatti, in base ai dati dei bollettini trasmessi quotidianamente dal ministero della Salute, nell’arco di tempo che va dal 4 gennaio all’11 gennaio, in tutta la provincia aretusea si registra un aumento di ben 1.274 positivi al Coronavirus. Negli ultimi due giorni presi in considerazione si registrano due picchi di 232 (11 gennaio) e 201 (10 gennaio). Per tale motivo alcuni sindaci della provincia hanno disposto ulteriori restringimenti che si vanno ad aggiungere a quelli, attualmente in vigore, previsti dall’ordinanza del presidente della Regione, Nello Musumeci, e dal Governo nazionale.

Desta preoccupazione la situazione di Avola dove al 10 di gennaio si sono contati ben 368 positivi. Il sindaco Luca Cannata, di conseguenza, ha emesso una nuova ordinanza che impone il divieto di stazionamento.

“Si tratta un ulteriore misura che siamo costretti ad adottare in questo momento per la nostra città – ha dichiarato il primo cittadino – . Negli ultimi giorni abbiamo notato nei parchi e nelle piazze assembramenti. Desideriamo che vi sia il rispetto delle regole. Dobbiamo adottare ogni misura che serva a rallentare l’aumento dei contagi e ad evitare la zona rossa. Io sono in continuo contatto con la Prefettura ed i vertici dell’Asp. Stiamo aumentando i controlli. Ogni sforzo serve a tutelare la nostra salute”.

Anche a Noto si registra un aumento dei contagi. Il sindaco, Corrado Bonfanti, ha reso noto che all’11 gennaio, erano 225 i positivi ovvero le persone prese in carico dall’Usca e risultate positive ai tamponi molecolari effettuati dall’Asp e registrati nel sistema. Sono 131 le persone in quarantena fiduciaria, ovvero le persone attualmente registrate nel sistema dell’Asp in isolamento obbligatorio in attesa di tampone di verifica.

Il sindaco di Priolo, Giuseppe Gianni, si è indirizzato ai propri cittadini chiedendo di evitare assembramenti. “Ho chiesto più volte agli organi di Polizia di elevare sanzioni nei confronti dei trasgressori – ha detto Gianni – . Se in questa settimana dovessero salire ancora i contagi firmerò un’ordinanza di chiusura di strade e piazze dove si verificano assembramenti e chiederò che Priolo venga dichiarata zona rossa”.

I sindaci di Francofonte e Noto hanno disposto la chiusura fino al 16 gennaio delle scuole materne. Divieti di assembramento nelle piazze e nelle strade anche a Floridia, dove il sindaco, Marco Carianni, ha emesso un apposita ordinanza. All’11 gennaio il totale dei soggetti positivi al Covid-19 sul territorio di Floridia era pari a 105. Il totale dei soggetti in isolamento fiduciario pari a 35. Alla stessa data a Siracusa risultavano 469 positivi, ad Augusta 121 ed a Rosolini 15.

Intanto l’Asp di Siracusa ha reso noto che si sono concluse le vaccinazioni del personale sanitario aziendale impegnato in prima linea a fronteggiare l’emergenza pandemica. L’Asp prosegue la campagna anti Coronavirus, in ossequio alle direttive ministeriali e regionali, estendendo la vaccinazione alle altre categorie previste dal Piano strategico come gli ospiti delle Case di Riposo per anziani ed Rsa. La vaccinazione sarà estesa anche ai medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, odontoiatri e farmacisti.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x