Siracusa, è polemica sulla gestione covid all'ospedale Umberto I - QdS

Siracusa, è polemica sulla gestione covid all’ospedale Umberto I

web-mp

Siracusa, è polemica sulla gestione covid all’ospedale Umberto I

web-mp |
domenica 16 Gennaio 2022 - 13:32

Il primario del Pronto Soccorso di Siracusa replica al PD. “problemi comuni a tutti i PS causati dall’emergenza Covid che si affrontano e risolvono”

“L’attuale situazione del Pronto soccorso dell’ospedale Umberto I di Siracusa non può in alcun modo definirsi “disastrosa”. Ad affermarlo è il direttore del Pronto soccorso Aulo Di Grande in riferimento alle affermazioni del segretario cittadino del PD Santino Romano, ha dichiarato: “Alla carenza di personale e di posti letto, problemi presenti in tutte le aree di emergenza del territorio nazionale -afferma Di Grande -, dalla direzione strategica aziendale sono state date risposte al fine di minimizzare i disagi per l’utenza e ridurre i carichi di lavoro.

In particolare, dalle ore 8 alle 20 è costantemente presente in Ps un dirigente medico in forza ad altre Unità operativa di area medica o chirurgica per supportare i medici del Ps e permettere una guardia attiva al Ps covid nelle ore diurne; è stato attivato il PPI nei giorni feriali dalle ore 10 alle 18 per gestire i casi a bassa complessità clinica e decongestionare il PS.

“Ospedale sotto pressione? I problemi di Siracusa sono problemi di tutti i pronto soccorso”

“Sono state fornite 6 nuove barelle, altre 10 sono in arrivo nei prossimi giorni, per garantirne un’adeguata disponibilità in caso di iper afflusso; sono stati autorizzati i ricoveri “in appoggio” in tutti i reparti di degenza per aumentare la recettività dell’area medica e ridurre i tempi di attesa per il ricovero; sono stati incrementati, come da indicazione assessoriale, i posti letto covid, garantendo un’adeguata assistenza ai pazienti COVID+ meritevoli di ricovero; è stato disposto il temporaneo trasferimento di 6 infermieri in area di emergenza per sopperire alla carenza di organico; è stata richiesta l’installazione di un PMA per fronteggiare un eventuale massiccio afflusso di pazienti COVID+”

“Alla luce di quanto sopra esposto non può in alcun modo condividersi quanto esposto nell’articolo. Dovrebbe onestamente tenersi in conto che la Sanità nazionale sta vivendo un momento di grande crisi legata alla pandemia, e i problemi del PS dell’Umberto I sono i problemi di tutti i PS, problemi che quotidianamente affrontiamo e risolviamo”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684