Pantalica e Val di Noto, si discutono i piani di gestione - QdS

Pantalica e Val di Noto, si discutono i piani di gestione

Luigi Solarino

Pantalica e Val di Noto, si discutono i piani di gestione

sabato 01 Febbraio 2020 - 00:00
Pantalica e Val di Noto, si discutono i piani di gestione

Progetto finanziato dal ministero per i Beni e le attività culturali cofinanziato dalla Regione. Obiettivo: l’ottimizzazione delle risorse e la razionalizzazione degli investimenti economici

SIRACUSA – Presso il salone Borsellino di palazzo Vermexio, a Siracusa, si è svolto un incontro sulla “Revisione e l’adeguamento del Piano di Gestione Siracusa – Necropoli di Pantalica”.

All’interno del Progetto Legge 77/2006 “Avvio del piano di gestione con l’attuazione del Programma A – Conoscenza, conservazione e riqualificazione del patrimonio Barocco – e del Programma C – Valorizzazione culturale ed economica” si è individuato come obiettivo generale quello di armonizzare e rendere fruibile l’articolato bacino di conoscenze afferente i siti Patrimonio Unesco del “Tardo Barocco del Val di Noto”, di “Siracusa – Necropoli di Pantalica” e di “Villa Romana del Casale di Piazza Armerina”.

Il Progetto, finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e co-finanziato dalla Regione Siciliana, coinvolge ben 13 Comuni ricadenti nelle aree dei tre Siti (Caltagirone, Catania, Militello in Val di Catania, Modica, Noto, Palazzolo Acreide, Ragusa, Scicli, Piazza Armerina, Cassaro, Ferla, Siracusa e Sortino).

Esso prevede la revisione e l’adeguamento dei tre Piani di Gestione con un alto grado di integrazione ed è curato da “Civita Cultura Holding”, il soggetto che si è aggiudicato il bando per la realizzazione dell’Azione 1 “Revisione e Adeguamento dei Piani di Gestione”.

L’incontro, organizzato dal Comune aretuseo in quanto capofila del sito “Siracusa – Necropoli di Pantalica”, ha visto la presentazione della prima bozza di Piano di Gestione su cui il gruppo tecnico-scientifico, coordinato da Aurelio Angelini, ha lavorato in questi ultimi mesi. Vi hanno preso parte i soggetti pubblici interessati tra cui gli amministratori dei Comuni, i rappresentanti dei Liberi Consorzi comunali, delle Diocesi, delle Sovrintendenze, del Parco archeologico di Siracusa, Eloro e Villa del Tellaro e del Parco archeologico di Morgantina e della Villa Romana del Casale. La riunione successiva sarà riservata agli stakeholders, i portatori di interesse. Infine il terzo ed ultimo incontro vedrà la presentazione pubblica dei tre Piani. Lo staff tecnico ha illustrato tutto il progetto a valere sulla Legge 77 e le azioni che stanno riguardando i tre siti.

A presentare le bozze è stato invece il coordinatore nonché direttore del progetto di Revisione dei piani, Angelini, che ha evidenziato come un territorio di aria vasta, comprendente i tre siti, possa creare sistema, promuovere e realizzare tutela e valorizzazione. I Piani, infatti, devono essere condivisi dai vari soggetti operanti sul territorio per la salvaguardia dei beni e in grado di favorire l’ottimizzazione delle risorse e la razionalizzazione degli investimenti economici.

Il primo cittadino, Francesco Italia, e l’assessore comunale alla Cultura, Fabio Granata, hanno dichiarato: “è stato un incontro fondamentale per offrire alle Amministrazioni centrali, regionali e comunali coinvolte, alle Arcidiocesi e Diocesi, agli Enti proprietari, ed a tutti i soggetti che ne hanno titolo, la possibilità di prendere atto del lavoro svolto e di offrire ogni contributo possibile in vista della definizione del Piano e concordare i necessari passaggi procedurali”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684