Speranza, "Green pass previsto anche per ingresso in ospedali e Rsa" - QdS

Speranza, “Green pass previsto anche per ingresso in ospedali e Rsa”

Web-al

Speranza, “Green pass previsto anche per ingresso in ospedali e Rsa”

Web-al |
giovedì 29 Luglio 2021 - 17:03

Il ministro alla Salute Roberto Speranza ha dichiarato: "La vaccinazione protegge chi riceve il vaccino, perché anche nella fascia 12-17 ci sono casi gravi"

Sia per l’ingresso nelle Rsa che negli ospedali è già previsto il Green Pass. Lo ha ricordato il ministro della Salute Roberto Speranza rispondendo ad una interrogazione parlamentare al Senato.

“In questo momento c’è già una norma vigente che prevede l’utilizzo del Green pass non solo per le Rsa ma anche per l’accesso ai reparti ospedalieri – ha affermato -. Sulla vicenda delle Rsa e dei reparti ospedalieri l’articolo 4 del decreto 105, approvato in Consiglio dei ministri giovedì, allarga la disposizioni che già avevo assunto l’8 maggio per le Rsa e che poi il Parlamento, in sede di conversione di un precedente provvedimento, estende anche ai reparti ospedalieri”.

La verifica dell’applicazione della norma, ha sottolineato il ministro, è affidata a un gruppo di lavoro. “Presso l’Agenas abbiamo costruito un gruppo di lavoro con le Regioni per monitorare che tutti rispettino questa indicazione. Questo gruppo ha la finalità di monitorare che questo diritto venga esercitato da tutti”.

A stamattina alle 7 sono stati scaricati in Italia 41,3 milioni di green pass”, con una crescita di 1,2 mln al giorno. Dati che segnalano “una svolta di tipo digitale nel nostro Paese”. Così il ministro della Salute Roberto Speranza rispondendo ad una interrogazione parlamentare al Senato. “Il green pass è un pezzo essenziale della strategia di gestione di questa fase epidemica, diversa perché con alto numero di persone vaccinate – ha affermato Speranza – e può aiutarci a rendere più sicuri i luoghi dov’è applicato e aiuterà a limitare le restrizioni”.

“Nelle prossime ore sarà possibile scaricare il green pass anche dal portale del ministero della Salute. Il numero di certificati scaricati è significativo, cresce al ritmo di un milione al giorno. La macchina ministeriale è comunque al lavoro per intervenire su specifiche fattispecie. È significativa la possibilità che arriverà nelle prossime ore di poter attraverso il portale scaricare in maniera automatica il codice, ma già oggi la app ‘Io’, le farmacie, i medici di medicina generale hanno consentito un risultato importante”.

VACCINI

Anche nella fascia 12-17 anni “la vaccinazione protegge chi riceve il vaccino, perchè anche in questa fascia ci sono casi gravi, lo abbiamo visto anche in un fatto di cronaca recente, come una undicenne abbia perso la vita. In più chi si vaccina non protegge solo se stesso ma aiuta la protezione di tutti gli altri, non c’è dubbio che una vaccinazione in quella fascia di età potrà ridurre la circolazione del virus”. Lo ha affermato il ministro della Salute Roberto Speranza rispondendo ad una interrogazione al Senato.

La campagna di vaccinazione è lo strumento fondamentale per chiudere questa stagione difficile – ha sottolineato Speranza -. A stamattina abbiamo somministrato 67 mln di dosi. Anche tra 12 e 19 anni i numeri sono incoraggianti, nonostante questa vaccinazioni sia iniziata dopo, il 30% ha avuto una prima dose, il 15% la seconda. L’Ema e l’Aifa hanno approvato i vaccini anche tra 12 e 19 anni, e il governo ritiene che decisioni di questa natura devono avere fondamento scientifico, e noi abbiamo fiducia nelle agenzie regolatorie”. Anche la comunità scientifica, ha ricordato Speranza, è a favore del vaccino.

“La nostra comunità scientifica nazionale, che su questa materia si è confrontata, ha espresso una opinione in favore. Lo ha fatto il Cts, che ha dentro il presidente del Css, dell’Iss, e anche la Società Italiana di Pediatria si è espressa a favore”.

SCUOLA

“La ripresa in presenza e in sicurezza della scuola è l’obiettivo del governo, e il governo non farà mancare iniziative forti per garantire tale obiettivo. Il ministro dell’Istruzione ha aperto un confronto con le parti sociali, i sindacati, con tutte le rappresentanze del mondo della scuola e c’è una discussione anche con le Regioni”, ha spiegato Speranza. Il ministro ha quindi sottolineato che “siamo al lavoro per costruire modalità che ci consentano una ripresa e ripartenza in presenza e in sicurezza”.

Questo “è l’obiettivo del governo e il governo sicuramente non farà mancare un’iniziativa molto forte anche su questo tema per raggiungere questo obiettivo che – ha concluso – consideriamo assolutamente strategico”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684