Strada Statale 121, lo scempio dei rifiuti, il sindaco di Regalbuto interviene - QdS

Strada Statale 121, lo scempio dei rifiuti, il sindaco di Regalbuto interviene

web-dr

Strada Statale 121, lo scempio dei rifiuti, il sindaco di Regalbuto interviene

web-dr |
martedì 21 Settembre 2021 - 11:11

Francesco Bivona ha segnalato la questione ad Anas che procederà, mediante ditta incaricata, alla raccolta e rimozione dei rifiuti solidi urbani.

Da Strada Statale a discarica a cielo aperto.
Il quadro che si presenta davanti a chi percorre le arterie siciliane della
viabilità ha dell’assurdo: ai panorami mozzafiato si affiancano rifiuti di ogni
genere e dimensione giacenti lungo le carreggiate – in alcuni punti diventano
cumuli -, fonti di danni ambientali e minacce alla salute di ognuno.

Inciviltà e ignoranza muovono le mani di
coloro che volontariamente depositano spazzatura e oggetti più o meno
ingombranti (dagli elettrodomestici ai seggiolini per bambini) ai bordi delle
strade, noncuranti degli effetti che questo loro gesto produrrà a lunga
gittata. I rifiuti abbandonati e dunque non correttamente smaltiti inquinano
acque, suolo e vegetazione e, entrando così nel ciclo di produzione, giungono sulle
nostre tavole.

IL CASO DELLA SS 121

Un così indecente scenario è quello che si presenta lungo la Strada Statale 121. Nel tratto che collega i Comuni di Paternò, in provincia di Catania, e Regalbuto (Enna) la quantità di rifiuti giacenti ai bordi della carreggiata lascia sgomenti e, anche qui, si alternano sacchi colmi di spazzatura, rifiuti ingombranti e rifiuti singoli.

Un tale spettacolo non ha lasciato indifferente il sindaco del Comune dell’ennese, Francesco Bivona, che nei giorni scorsi ha segnalato la questione ad Anas. Tra le parti, come anche testimoniato dalla stessa Anas ai nostri microfoni, ci sono state delle interlocuzioni.

“Anas, che trovandosi a detenere nelle proprie pertinenze stradali i rifiuti abbandonati da parte di cittadini incivili è parte lesa, ha già avviato le dovute interlocuzioni con i tecnici del Comune di Regalbuto, maggiormente interessato dal fenomeno. Anas pertanto – ci fanno sapere – procederà, mediante ditta incaricata, alla raccolta e rimozione dei rifiuti solidi urbani provvedendo anche al successivo conferimento in discarica, previa autorizzazione da parte dell’amministrazione comunale”.

Alessandra La Farina

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684