Strage Lampedusa, oggi anniversario. Martello: "Non dimenticare" - QdS

Nove anni fa la Strage di Lampedusa, Martello: “Non dimentichiamo, è impegno civile”

web-sr

Nove anni fa la Strage di Lampedusa, Martello: “Non dimentichiamo, è impegno civile”

web-sr |
lunedì 03 Ottobre 2022 - 09:52

L'ex sindaco di Lampedusa, Totò Martello, ricorda quei terribili attimi che causarono la morte di 368 migranti ed esorta a ricordare.

Si celebra oggi la Giornata nazionale della memoria e dell’accoglienza, istituita in ricordo del terribile naufragio avvenuto il 3 ottobre 2013 al largo di Lampedusa che costò la vita a 368 migranti, tra cui 83 donne e 9 bambini.

La ricostruzione del naufragio

Il peschereccio, partito dalla Libia, era giunto a circa mezzo miglio dalle coste lampedusane quando i motori si bloccarono, poco lontano dall’Isola dei Conigli.

Con l’intento di attirare l’attenzione di alcune imbarcazioni che transitavano sul posto, l’assistente del capitano agitò uno straccio infuocato provando del fumo che mise in allarme i passeggeri.

Colti dalla paura, i migranti a bordo si riversarono tutti su un lato che colò a picco. Furono solo 155 i superstiti, tra cui 41 minori. Venti, invece, i dispersi presunti.

Martello: “Lampedusa non dimentica”

“Possono cambiare i governi e le amministrazioni, ma la comunità di Lampedusa non dimentica. I lampedusani non faranno mai mancare il loro aiuto a chi è in difficoltà”, afferma Totò Martello, ex sindaco dell’isola e oggi capogruppo Pd al Comune.

“Ricordare questo drammatico evento non significa solo rendere omaggio alla memoria di quelle vittime innocenti, significa anche ribadire un impegno che deve coinvolgere le istituzioni e la società civile, affinché non ci sia più nessun’altra vittima delle migrazioni ed affinché vengano sempre rispettati i diritti inviolabili di ciascun essere umano”, ha aggiunto Martello.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001