Supermercato con lavoratori in nero e con Reddito di cittadinanza - QdS

Supermercato con lavoratori in nero e con Reddito di cittadinanza

redazione

Supermercato con lavoratori in nero e con Reddito di cittadinanza

giovedì 31 Ottobre 2019 - 12:22
Supermercato con lavoratori in nero e con Reddito di cittadinanza

A offrire un’occupazione, nonostante fossero beneficiari del sussidio, era stato lo stesso titolare dell’esercizio commerciale, punito con una “maxi-sanzione”. I lavoratori segnalati all'Inps per la revoca del sussidio

AUGUSTA (SR) – Prosegue senza sosta l’attività della Guardia di Finanza di Siracusa a contrasto delle diverse forme di lavoro irregolare o cosiddetto “in nero”.

I militari della Compagnia di Augusta, a seguito di una mirata attività informativa, hanno individuato un supermercato che, per l’esercizio della propria attività commerciale, impiegava nove persone “in nero”, due dei quali percettori di Reddito di cittadinanza.

A offrire a questi ultimi un’occupazione, nonostante fossero beneficiari del sussidio, è stato il titolare dell’esercizio commerciale al quale sono stati mossi rilievi di natura amministrativa, che prevedono la procedura di irrogazione della cosiddetta “maxi-sanzione”.

Le primarie fasi di accesso hanno permesso di sorprendere i lavoratori intenti a svolgere le rispettive mansioni, ognuno di essi con indosso i rispettivi abiti da lavoro. I successivi approfondimenti dei dati riscontrati con quelli contenuti nelle banche dati in uso al corpo hanno conclamato l’impiego in nero per nove dei dieci lavoratori presenti e fatto emergere la percezione, da parte di due soggetti, del Reddito di cittadinanza che, come disposto dalla vigente normativa – e successivamente chiarito dalla circolare n. 8/2019 dell’Ispettorato nazionale del lavoro – sono stati segnalati all’Inps per la decadenza/revoca del beneficio e alla locale Autorità Giudiziaria.

La decadenza ricorre allorquando uno dei componenti del nucleo familiare venga trovato a svolgere: “in nero” un’attività di lavoro dipendente o di collaborazione coordinata e continuativa senza la preventiva comunicazione obbligatoria on line ai servizi per l’impiego; un’attività di impresa o di lavoro autonomo, senza la comunicazione di inizio di attività all’Inps, da effettuare entro trenta giorni dall’inizio della stessa.

La revoca ricorre invece, con efficacia retroattiva, qualora: al termine del processo penale, sia stata accertata la responsabilità del trasgressore, oltre alla condanna definitiva ne sussiste una accessoria che comporta la restituzione di quanto indebitamente percepito; l’Inps abbia accertato la non veridicità della documentazione e delle informazioni prodotte a corredo dell’istanza o l’omessa comunicazione successiva delle variazioni patrimoniali o riferite ai componenti del nucleo familiare.

“Con questa attività – hanno concluso dalla Guardia di Finanza – le Fiamme gialle megaresi confermano la loro pressante attenzione nella lotta all’illegalità e all’abusivismo nel sistema economico, a tutela delle imprese e dei professionisti che operano nella piena e completa osservanza della legge e le cui prospettive di sviluppo sul mercato sono seriamente compromesse da chi svolge attività al di fuori della legalità”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684