Tre anni fa l'inizio del mio viaggio - QdS

Tre anni fa l’inizio del mio viaggio

Sofia Marcinno

Tre anni fa l’inizio del mio viaggio

sabato 21 Settembre 2019 - 00:01
Tre anni fa l’inizio del mio viaggio

Tre anni fa è iniziato il mio viaggio alla scoperta del Paese in cui tuttora risiedo: la Svizzera

L’Eurostat mostra che l’Italia è uno dei Paesi d’Europa col tasso di invecchiamento demografico tra i più elevati nei i Paesi dell’Ue. Ciò è dovuto ad un’enorme insieme di fattori, tra cui l’emigrazione giovanile verso mete ambite per le opportunità che offrono su molti fronti.

Tre anni fa è iniziato il mio viaggio alla scoperta del Paese in cui tuttora risiedo: la Svizzera.

Non so bene per quali ragioni abbia deciso di trascorrere il mio anno da exchange student in questa nazione, nota tipicamente per il cioccolato, la fondue e per la sua totale discrezione verso gli affari d’oltre confine: ciò che so è che non mi pento di questa scelta.

Dopo aver trascorso undici mesi da studentessa a Sion, nel Canton Vallese, ho deciso di intraprendere i miei studi universitari in Scienze ambientali a Losanna, nel Cantone del Vaud.
L’efficienza scolastica svizzera è rinomata non ingiustamente, come ho potuto constatare fin da subito nell’ambiente liceale ed in quello universitario in seguito. Le strutture moderne ed accoglienti, che risultano essere in costante evoluzione, sono sempre circondate da spot verdi, che offrono libero sfogo durante le pause dalle lezioni. Il corpo insegnanti è costituito prevalentemente da professori giovani e motivati, il cui obbiettivo non è quello di intimorire gli allievi, ma di spronarli, anche con attività lontane dai metodi di studio tradizionali, generalmente adottati in Italia. Infatti l’intento primario è quello di spingere gli studenti verso un ascolto attivo e partecipativo, grazie a corsi teorici accompagnati da attività pratiche di ogni genere.

In questa puntata ho brevemente spiegato in cosa il sistema scolastico svizzero è, secondo me, qualitativamente superiore al nostro italiano ed inoltre ho voluto condividere una parte della mia esperienza all’estero per spronare i “dubbiosi” o gli “esitanti” ad intraprendere questa strada. Voyagez!

Questa è la prima puntata di una serie di rubriche che seguiranno e che si baseranno prevalentemente su temi legati all’ambiente e su consigli riguardo agli atteggiamenti da assumere per poter rispettare l’unica Terra su cui viviamo.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684