Tumori, in Sicilia stimati 27 mila nuovi casi nel 2019 - QdS

Tumori, in Sicilia stimati 27 mila nuovi casi nel 2019

Serena Giovanna Grasso

Tumori, in Sicilia stimati 27 mila nuovi casi nel 2019

sabato 05 Ottobre 2019 - 00:00

Aiom-Airtum: la forma più diffusa colpisce il colon retto (3.950 casi, di cui 2.100 tra gli uomini e 1.850 tra le donne) e il seno (3.800). Nell’Isola la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è del 52% tra gli uomini e 60% tra le donne

PALERMO – In Sicilia si stima che nel 2019 sono già arrivate o arriveranno circa 27 mila nuove diagnosi di tumore. Secondo i dati diffusi dall’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) e dall’Associazione italiana registri tumori (Airtum), contenuti all’interno del report “I numeri del cancro in Italia – 2019”, la forma tumorale più largamente diffusa è quella che colpisce il colon retto (3.950 casi, di cui 2.100 tra gli uomini e 1.850 tra le donne), seguono a brevissima distanza i tumori al seno (3.800) e quelli al polmone (3.050, di cui 2.100 tra gli uomini e 950 tra le donne).

A livello nazionale, si stima che siano circa 384 mila le nuove diagnosi di tumore comunicate nell’anno in corso. In Lombardia si concentra ben il 16,2% delle nuove diagnosi (circa 62 mila). Incidenze elevate si stimano anche nel Lazio (35.600), Campania (33.600), Veneto (33.300) e Piemonte (31 mila). La Sicilia è la settima regione in Italia per numerosità di diagnosi.

L’Isola si caratterizza per la massima incidenza, in linea con i valori riscontrati nelle altre regioni italiane, di tumori al seno (148,7 ogni centomila abitanti). Incidenza particolarmente sostenuta interessa anche il tumore alla prostata (86,2 casi ogni 100 mila abitanti), al colon retto (84,6 casi ogni centomila abitanti tra gli uomini) e al polmone (81,2 casi ogni 100 mila abitanti tra gli uomini). In generale, la patologia oncologica fa registrare un numero maggiore di casi e un’incidenza superiore tra gli uomini, piuttosto che tra le donne.

Friuli Venezia Giulia (716 casi per 100.000 abitanti) e Umbria (688 casi per 100.000 abitanti) sono le regioni in cui gli uomini si ammalano di più, mentre l’incidenza più bassa si registra in Calabria (559 casi per 100.000 abitanti). Tra le donne l’incidenza più alta si rileva in Friuli Venezia Giulia (562 casi per 100.000) e Lombardia (535 per 100.000), mentre i valori più bassi si osservano in Calabria (408 casi per 100.000). In Sicilia, i tassi di incidenza complessivi si collocano a metà strada rispetto ai punti estremi qui descritti: in particolare, si parla di 571 diagnosi ogni 100 mila abitanti tra gli uomini e 488 diagnosi ogni 100 mila abitanti tra le donne.

Il tumore al seno presenta il tasso più elevato nel Friuli Venezia Giulia (204 casi per 100.000 abitanti) ed il tasso più basso in Calabria (124 casi per 100.000 abitanti). I tumori del polmone mostrano l’incidenza più elevata negli uomini in Campania (112 casi per 100.000 abitanti), ma nelle donne è la Lombardia a far registrare l’incidenza più alta d’Italia (50 casi per 100.000 abitanti). Il tumore della prostata mostra l’incidenza più alta in Valle d’Aosta (159 casi per 100.000 abitanti) e la più bassa in Sicilia (86 casi per 100.000 abitanti).

A cinque anni dalla diagnosi, il tasso di sopravvivenza in Sicilia è pari al 60% tra le donne e al 52% tra gli uomini. Incidenze decisamente superiori si osservano in riferimento al tumore alla mammella (l’85% delle diagnosticate vive dopo cinque anni) e al tumore alla prostata (89%). Purtroppo, incidenze di sopravvivenza meno felici caratterizzano il tumore al polmone (14%) e il tumore allo stomaco (26%).

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684