Turismo, Regione siciliana investe sulla destagionalizzazione - QdS

Turismo, Regione siciliana investe sulla destagionalizzazione

Michele Giuliano

Turismo, Regione siciliana investe sulla destagionalizzazione

giovedì 10 Ottobre 2019 - 00:00
Turismo, Regione siciliana investe sulla destagionalizzazione

Pubblicato avviso e stanziato un milione di euro per organizzare eventi e valorizzare siti di interesse culturale. Chiamati all’appello fondazioni, teatri stabili, teatri comunali ed altri soggetti che operano nell’ambito del settore

PALERMO – Destagionalizzare per mostrare come il territorio siciliano sia ricco di fascino e di storia e di cultura anche al di fuori della tradizionale stagione estiva. E spingere l’economia legata al turismo oltre il periodo connesso alle attività balneari.

Per far ciò, la Regione Siciliana ha deciso di sostenere con un milione di euro l’incremento dell’offerta culturale di qualità e la valorizzazione dei siti di interesse attraverso il supporto alle produzioni integrate e condivise di eventi artistici e musicali. Soldi che saranno distribuiti attraverso un avviso che si rivolge a fondazioni, teatri stabili, teatri comunali ed altri soggetti che operano nell’ambito del settore.

Le attività dovranno svolgersi nel territorio regionale entro il 31 dicembre prossimo. Il soggetto proponente dovrà costituire partenariato con almeno un altro soggetto operante nel settore degli spettacoli teatrali e musicali. Un quarto di questa cifra andrà per gli eventi che prevedono un piano finanziario da un minimo di 25 mila euro fino ad un massimo di 75 mila euro. I restanti 750 mila euro sono destinati ad eventi con un piano finanziario che va da 75 mila euro fino ad un massimo di 200 mila. Sarà concesso un sostegno economico non superiore alla metà delle spese considerate ammissibili.

Possono presentare domanda i partenariati composti da almeno due soggetti operanti nel settore degli spettacoli teatrali e musicali di cui uno con funzioni di capofila. L’iniziativa non può avere finalità di lucro, deve svolgersi in siti architettonici o monumentali, in luoghi di alto valore artistico e culturale. Dal punto di vista economico, deve conseguire un significativo abbattimento dei costi complessivi, mediante l’apporto artistico e organizzativo da parte dei soggetti costituenti il partenariato e la fruizione di servizi comuni.

Non sarà ammesso il cumulo con altre forme di sostegno previste nei capitoli del bilancio regionale, per le medesime attività per cui si richiede il beneficio. Ogni soggetto potrà partecipare ad un solo partenariato per una sola iniziativa progettuale, pena la inammissibilità di tutte le istanze.

Le richieste dovranno essere presentate entro il 15 ottobre, per eventi da svolgersi dall’1 ottobre e sino al 31 dicembre. Il soggetto capofila, che agisce in nome e per conto del partenariato rappresentato, resterà il referente operativo ed amministrativo dell’amministrazione. L’esame delle candidature sarà effettuata da parte di una commissione appositamente costituita da 3 componenti, interni all’amministrazione regionale, che esprimerà la valutazione sulle candidature dichiarate ammissibili.

La decisione della commissione è insindacabile nel merito delle valutazioni sulle caratteristiche dell’iniziativa, sulle valutazioni turistico-culturali e sulle valutazioni in ordine al conseguimento degli obbiettivi attesi.

Saranno ritenute ammissibili le spese relative alla produzione, realizzazione e diffusione di materiale informativo e promo-pubblicitario, quelle artistiche e di produzione artistica, e le spese per il nolo delle attrezzature tecniche necessarie alla realizzazione dell’attività ivi incluse le spese per il personale addetto. Si procederà quindi al controllo di ammissibilità con particolare riferimento ai termini di presentazione ed alla documentazione a corredo, alla curricularità ed alla capacità economico-finanziaria dei soggetti capofila proponenti.

Alla pubblicazione della graduatoria, saranno dati 10 giorni di tempo per eventuali ricorsi e controdeduzioni.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684