Turismo in Sicilia, Musumeci vuole una scuola di alta formazione - QdS

Turismo in Sicilia, Musumeci vuole una scuola di alta formazione

web-gv

Turismo in Sicilia, Musumeci vuole una scuola di alta formazione

web-gv |
domenica 03 Luglio 2022 - 10:06

Nello Musumeci: "Turismo in crescita, necessario offrire servizi migliori". Il presidente isolano chiede di istituire una scuola di alta formazione specializzata.

Le statistiche sul turismo in Sicilia sono confortanti, parola di Nello Musumeci. Il presidente della Regione Siciliana sviscera alcuni dati, parlando della necessità di migliorare la qualità dei servizi da offrire a chi decide di trascorrere le vacanze o semplicemente di venire a visitare l’isola. La Sicilia rappresenta un’opportunità da cogliere al volo per le sue bellezze paesaggistiche, le sue tradizioni e la sua arte. Tra le proprie riflessioni, Musumeci annuncia di aver chiesto l’istituzione di una scuola di alta formazione per gli operatori del settore turistico.

Musumeci: “I turisti cercano esperienze nuove, dobbiamo arricchire la nostra offerta”

“I numeri del turismo in Sicilia sono in crescita – afferma Musumeci – e confermano il grande lavoro di programmazione fatto in questi anni dal nostro governo. Faccio un solo esempio: il dato medio di permanenza dei turisti nella nostra Isola è aumentato da 2,6 a 3,2 notti. E su questo dobbiamo riflettere. Oggi i turisti vengono in Sicilia e cercano esperienze nuove, vengono per la nostra storia, per il nostro cibo, per vedere le nostre meraviglie. Quindi dobbiamo arricchire la nostra offerta, fornendo servizi di qualità. Una delle proposte che abbiamo avanzato come Governo regionale al ministro del Turismo è quello di istituire in Sicilia una scuola di alta formazione per gli operatori del settore. Fino a qualche anno fa chi lavorava in una pizzeria, in un ristorante, in una struttura ricettiva qualsiasi, quasi sempre faceva un secondo lavoro. Oggi serve un’alta specializzazione, serve una particolare preparazione, perché la Sicilia, che ha superato il Trentino Alto Adige per alcuni aspetti – conclude il presidente isolano -, ha bisogno di personale altamente qualificato”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684