Tv2000 e InBlu2000, dal cambio logo alla Media company integrata - QdS

Tv2000 e InBlu2000 cambiano logo e diventano Media company integrata: presentati i palinsesti

web-sr

Tv2000 e InBlu2000 cambiano logo e diventano Media company integrata: presentati i palinsesti

web-sr |
lunedì 19 Settembre 2022 - 18:07

Le due emittenti hanno lanciato rebranding e restyling del sito web, al quale si accompagna un rilancio e un maggiore utilizzo dei social.

Tv2000 e InBlu2000 cambiano logo e avviano un processo per diventare una media company integrata con una forte propensione digitale. È la novità presentata stamane a Roma dalle due emittenti della Conferenza episcopale italiana che per l’occasione hanno lanciato il rebranding, il restyling del sito web, al quale si accompagna un rilancio e un maggiore utilizzo dei social.

Un nuovo ecosistema digitale che comprende anche il nuovo payoff: Autentici per vocazione.

È la prima tappa di un percorso che porta al Giubileo di Tv2000 e InBlu2000: a febbraio 2023 saranno 25 anni dalla nascita delle due emittenti Cei che hanno oggi un forte posizionamento, originale e fuori dagli schemi del mainstream, una squadra giornalistica, autoriale e tecnica solida e rodata, produzioni di alta qualità che portano in eredità anche un ricchissimo archivio multimediale.

Tra le novità del palinsesto: la seconda stagione di Canonico 2, serie tv con Michele La Ginestra; Pani e pesci, programma di “economia del Vangelo” con Luigino Bruni e Avanzi il prossimo, talent di cucina etica nella logica del riciclo e di rifiuto dello spreco, con Tinto e Fede.

Zuppi: “Storie una specialità delle emittenti”

“Grazie per la vostra competenza, il vostro lavoro e il servizio – afferma il presidente della Cei, il card. Matteo Zuppi nel videomessaggio a Tv2000 e InBlu2000 trasmesso durante la presentazione dei palinsesti – Il vostro è uno strumento fondamentale, in 25 anni tante cose sono cambiate e forse dobbiamo anche interrogarci per guardare al futuro e per usare al meglio Tv2000 e InBlu2000 in un momento di grande trasformazione del mondo, delle persone e della Chiesa che nel Cammino sinodale ascolta e si rimette a camminare insieme ai tanti compagni di strada a cui qualche volta abbiamo parlato prima di ascoltare. Abbiamo spiegato loro chi fossero, prima di capire chi fossero realmente. A questi dobbiamo parlare di più e toccare di più i loro cuori capendo le tante situazioni, le tante sofferenze e le tante domande”.

“In questo Tv2000 e InBlu2000 ci aiutano tantissimo perché sono quotidianamente sulla strada, vanno nei crocicchi e nelle situazioni più difficili. E tutto questo ce lo fanno vedere e ascoltare costantemente, e non è poco. Le storie sono proprio una delle specialità di Tv2000 e InBlu2000. Riescono infatti a coinvolgerci nelle situazioni, nelle passioni, nelle delusioni e nelle domande. Auspico che questo Giubileo d’argento – conclude il card. Zuppi – possa essere un motivo di grande riflessione per guardare al futuro affinché Tv2000 e InBlu2000 aiutino sempre di più la Chiesa a parlare alle persone, a farsi capire e a saper dare voce ai tanti che purtroppo non hanno voce”.

Porfiri: “Da noi comunicazione sempre più integrata”

“Ci avviciniamo al nostro primo ‘Giubileo’ – sottolinea l’amministratore delegato di Tv2000 e InBlu2000, Massimo Porfiri – non con spirito commemorativo, ma con grande entusiasmo innovativo. Gli anniversari vanno vissuti guardando avanti e non indietro e quindi con lo stesso spirito, animato da valori profondi e da idee innovative, oggi guardiamo al web, ai social, alle applicazioni, alle piattaforme come opportunità irrinunciabili per offrire una comunicazione integrata e sempre più completa. Tv2000 e InBlu2000 diventano oggi una media company integrata che sia presente da protagonista nello scenario comunicativo dei prossimi anni.

Iniziamo presentando il nuovo brand – prosegue Porfiri -, che non è una semplice rivitalizzazione del marchio in senso commerciale, non è un lifting e soprattutto non vuole essere in alcun modo una modificazione dei nostri valori, ma è un percorso di cambiamento che ci porterà ad affermare in maniera ancora più autentica la nostra identità che ha radici solide e irrinunciabili.

Parte oggi anche il nuovo sito web, che grazie a un restyling scrupoloso – conclude Porfiri – risulta più moderno e più facilmente consultabile. Quanto fatto ha il duplice obiettivo di promuovere i nostri contenuti e la nostra identità e raggiungere velocemente sempre più persone”.

Morgante: “Maggiore spazio ad approfondimento”

“Vogliamo continuare a raccontare il mondo – afferma il direttore di Tv2000 e InBlu2000, Vincenzo Morgante – con speranza, attraverso un’informazione puntuale, rigorosa e mai scandalistica, capace, anche negli appuntamenti del Tg e dei Gr di leggere le notizie mettendo al centro l’uomo, i suoi bisogni, le sue fatiche, ma anche il suo coraggio e la sua generosità. Lo faremo, forti della libertà garantita dal nostro editore e con l’energia di un cambiamento importante ormai prossimo: la costituzione di un’unica grande squadra giornalistica che vedrà riunite le redazioni del Tg2000 e del Giornale Radio. Accanto alla informazione delle testate giornalistiche, i numerosi approfondimenti dei programmi quotidiani completeranno l’offerta informativa e di servizio. Non ci fermeremo alla notizia – che resta protagonista primaria dell’informazione – ma dedicheremo ancora più risorse all’approfondimento, aprendo spazi innovativi a reportage e documentari dall’Italia e dal mondo”.

“Tutto lo sforzo creativo e produttivo messo in campo per la realizzazione di programmi vecchi e nuovi, chiede, però, un grande impegno sul fronte della comunicazione di supporto. Per questo motivo, abbiamo pensato a un rinnovamento importante del nostro sito web: non sarà più solo la vetrina dei nostri programmi, ma anche uno strumento di informazione originaria e di diffusione di nuovi contenuti dedicati. A completamento delle iniziative digitali, – conclude Morgante – c’è anche il rilancio della nostra presenza sui social. Questo permetterà di assicurare un’offerta di informazione e di contenuti maggiormente capillare, integrata, circolare e sempre più aperta all’interazione”.

Le produzioni

Complessivamente sono 40 i programmi prodotti durante l’anno.

Ogni giorno restano gli appuntamenti con Di buon mattino, Vediamoci chiaro, Il mio medico, Quel che passa il convento, L’Ora solare, Siamo noi, Il diario di Papa Francesco, In Cammino, e gli appuntamenti religiosi.

Tornano i settimanali di approfondimento Today, Buongiorno professore, Soul, Sulla strada, Borghi d’Italia, Il mondo insieme e Indagine ai confini del sacro.

Rinnovano la loro collaborazione a Tv2000 Paola Saluzzi e Licia Colò.

Centrale l’informazione: oltre alle cinque edizioni del Tg2000, le rubriche Terza Pagina, Il Tornasole, TGtg, Guerra e pace, Effetto notte, Retroscena. E naturalmente le dirette sui viaggi e gli eventi papali.

La sera appuntamento con il cinema e produzioni proprie.

Grandi film e tra questi alcune prime tv come:

  • La vita nascosta – Hidden life, racconto di altissimo valore spirituale e civile, capolavoro del pluripremiato regista Terrence Malick.
  • I migliori anni della nostra vita di Claude Lelouch, ultima interpretazione di Jean-Louis Trintignant con Anouk Aimée.
  • Il Gabbiano di Michael Mayer con Annette Bening e Saoirse Ronan, adattamento cinematografico di ‘Il gabbiano’ dello scrittore e drammaturgo Anton Čechov.
  • E inoltre film d’autore come Rafaël di Ben Sombogaart sul tema dei migranti.
  • Grande attenzione alla sezione documentari. Numerosi i titoli, tra questi alcuni inediti:
  • Km333 – ultima fermata – l’incidente della mattina del 20 marzo 2016, quando, al km 333, nel tratto autostradale tra Valencia e Barcellona, un pullman con studenti Erasmus sbanda improvvisamente e si ribalta causando numerose vittime, tra cui 7 studentesse italiane tra i 19 e i 25 anni. Santa subito – a firma del noto regista Alessandro Piva, che racconta le tragiche vicende di Santa Scorese, giovanissima vittima di femminicidio per cui è stato avviato il processo di beatificazione.
  • Li chiamano caminantes – la terribile realtà in cui vivono gli esuli venezuelani e l’aiuto umanitario delle diocesi, delle organizzazioni cattoliche e delle singole persone, soprattutto in Colombia.
  • La casa sulla roccia – docuserie di otto puntate per entrare nel cuore delle comunità parrocchiali.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001