Uici, partiranno da Catania le celebrazioni del Centenario - QdS

Uici, partiranno da Catania le celebrazioni del Centenario

redazione web

Uici, partiranno da Catania le celebrazioni del Centenario

sabato 14 Dicembre 2019 - 23:16

Se ne è parlato nel Palazzo dell'Esa alla presenza del presidente nazionale Barbuto, di quello regionale Minincleri e della presidente del Centro Helen Keller, Linda Legname. I nodi istruzione e lavoro e il taglio dei fondi

Le celebrazioni per il centenario della fondazione dell’Unione italiana ciechi partiranno il 21 febbraio del 2020 dalla città di Catania.

Lo si è appreso nel salone del Palazzo dell’Esa di Catania, sede della Regione siciliana, durante la riunione plenaria di tutti i dirigenti regionali dell’Uici e dei consiglieri provinciali delle nove sezioni territoriali dell’Isola coordinata dal presidente regionale Gaetano Minincleri e alla presenza del presidente nazionale dell’Unione, Mario Barbuto.

“Ci siamo riuniti in assemblea – ha detto Minincleri – innanzitutto per fare il punto della situazione sulle vicende dell’Unione e poi per proiettarci nel prossimo anno quando sarà celebrato il centenario della fondazione. Si è trattato di un momento istituzionale importante, di grande condivisione e riflessione sulla disabilità visiva. Abbiamo discusso di prospettive e problemi, alcuni dei quali gravissimi e che attendono una soluzione. Mi riferisco in particolare all’istruzione e al lavoro per ciechi e ipovedenti, in un momento in cui assistiamo a una riduzione dei fondi”.

A questo proposito il presidente nazionale Barbuto ha sottolineato come il tempo stia insegnando “che l’Unione italiana ciechi e ipovedenti deve assumersi la responsabilità di essere sempre di più il collettore delle risorse, il rappresentante ufficiale istituzionale di tutte le nostre istanze e di tutte le nostre istituzioni, perché oggi la piccola istituzione rischia di essere considerata troppo locale, troppo dispersiva”.

“Una grande istituzione come l’Unione – ha aggiunto Barbuto – può fare il lavoro per tutti, così come stiamo cercando di continuare a fare a livello nazionale nella legge di Bilancio: abbiamo un emendamento che sta andando avanti, che, in occasione del centenario della sua fondazione, assegna all’Uici, oltre alle sue risorse ordinarie, un milione di euro per le principali attività dell’Unione”.

Barbuto ha anche parlato della situazione siciliana, sottolineando come a livello regionale la situazione sia molto difficile “perché la Regione Siciliana è in una condizione di grande difficoltà finanziaria, ma noi non possiamo permetterci di vedere ridotte le nostre risorse e quindi lavoreremo perché vengano almeno riconfermate”.

Delle prospettive dell’Uici regionale ha parlato Linda Legname, presidente del Centro cani guida Helen Keller di Messina, sottolineando la necessità da una parte di creare servizi comuni tra le varie province, dall’altra di puntare sulla comunicazione per costruire un’immagine forte dell’Unione.

“Nel 2020 – ha ricordato – celebreremo il centenario dell’Unione ciechi, fondata appunto nel 1920, e Catania sarà la città che aprirà, il prossimo 21 febbraio, il programma delle manifestazioni nazionali che toccheranno in lungo e in largo davvero tutta l’Italia. Saremo presenti in diciotto regioni prima di concludere a Trieste il 25 marzo. Poi, a Genova, si svolgerà il grande congresso dell’Uici”.

“La finalità di tutte queste manifestazioni – ha concluso Linda Legname – sarà quella di… farci vedere: sarà una mostra itinerante sulla storia dei ciechi italiani, perché vogliamo farci conoscere di più e meglio e diffondere il più possibile la nostra cultura perché noi disabili visivi crediamo fermamente di poter essere cittadini attivi in una società davvero inclusiva.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684