Un altro passo verso il Centro autismo di Gela: adesso si attende lo sgombero dei locali - QdS

Un altro passo verso il Centro autismo di Gela: adesso si attende lo sgombero dei locali

Liliana Blanco

Un altro passo verso il Centro autismo di Gela: adesso si attende lo sgombero dei locali

giovedì 15 Agosto 2019 - 01:00
Un altro passo verso il Centro autismo di Gela: adesso si attende lo sgombero dei locali

La struttura sorgerà all’interno dei locali di via Ascoli, concessi dal Municipio ai vertici sanitari. Passaggio decisivo nella collaborazione tra Comune di Gela e Azienda sanitaria provinciale

GELA (CL) – Il programma di rinnovo dei servizi sanitari è in atto all’interno dell’Azienda sanitaria provinciale nissena: dopo il finanziamento del nuovo ospedale comprensoriale gelese e la ristrutturazione del Sant’Elia, è stata deliberata la nascita del Centro autismo nel corso di un incontro tra i rappresentanti del Comune di Gela e dell’Asp, quest’ultima rappresentata dal manager Alessandro Caltagirone e dal direttore sanitario Marcella Santino.

Il progetto nasce da un accordo siglato ad aprile fra Ente locale e vertici sanitari: l’allora commissario straordinario del Comune, Rosario Arena, si impegnava a offrire i locali di via Ascoli, occupati per anni dall’associazione Falchi d’Italia e recuperati dopo anni contenziosi, mentre dall’Asp arrivava una risposta al grido d’aiuto dei familiari di persone con sindrome di autismo.

“Il progetto è avviato da mesi – ha spiegato Alessandro Caltagirone – adesso attendiamo la consegna dei locali per iniziare a lavorare. Lo schema per la ristrutturazione del sito che ospiterà il servizio è pronto”.

“Stiamo provvedendo a sgomberare le stanze – ha aggiunto l’assessore al Patrimonio, Grazia Robilatte – per mettere subito a disposizione dell’Asp di Caltanissetta la sede concordata”.

Il progetto del Centro diurno per i bambini autistici prevede 29 assunzioni di personale dotato di professionalità specifiche e sarà operativo dalle ore 8 alle ore 17.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684