UniPa, un’offerta formativa di grande qualità che attira universitari da tutta la Sicilia - QdS

UniPa, un’offerta formativa di grande qualità che attira universitari da tutta la Sicilia

Pietro Vultaggio

UniPa, un’offerta formativa di grande qualità che attira universitari da tutta la Sicilia

mercoledì 18 Settembre 2019 - 08:48
UniPa, un’offerta formativa di grande qualità che attira universitari da tutta la Sicilia

Si può ancora fare molto per crescere, ma la strada intrapresa sembra essere quella giusta. Sono numerose le opportunità offerte a chi sceglie UniPa, anche se viene da fuori città

PALERMO – La città è stata identificata tra le più economiche per gli affitti agli studenti universitari fuori sede, secondo quanto emerge da un’indagine dell’ufficio studi di Immobiliare.it, diffusa nei giorni scorsi.

Nel dettaglio, la spesa media per una stanza singola è di 233 euro al mese. In controtendenza Milano, considerata la più cara d’Italia. In Lombardia una singola costa, in città, mediamente 573 euro, prezzo in rialzo del 6% rispetto al 2018, ma la richiesta continua ad aumentare (si registra un +5% su base annua). Alle spalle di Milano si classificano Bologna e Roma, dove per affittare una singola si spendono rispettivamente 447 e 448 euro al mese. Sopra la soglia dei 400 euro si trova anche Firenze, con una spesa di 433 euro (+10% rispetto al 2018).

Per il portale che si occupa di affitti il mercato, negli ultimi anni, “si è ampliato con nuovi soggetti: alla classica locazione alle famiglie si sono aggiunte la coabitazione fra studenti, allargata poi ai lavoratori fuori sede, e più recentemente la formula degli affitti brevi, in particolar modo nelle città d’arte. Una domanda così ampia e diversificata ha portato l’offerta immobiliare a ridursi e a trascinare i costi verso l’alto”.

La classifica non cambia nemmeno se si prendono in considerazione le stanze doppie, che però hanno sempre meno richiamo. Nella fattispecie, la domanda di posti in doppia è in calo ovunque, a eccezione di Bologna, dove invece si registra una crescita del 9%. Anche per questa opzione i prezzi più alti sono quelli di Milano, dove l’affitto costa mediamente 372 euro al mese, mentre a Palermo bastano 136 euro al mese.

“Sono una fuori sede trapanese – ha commentato Patrizia Caruso, rappresentante degli studenti nel Consiglio di amministrazione dell’Università degli Studi di Palermo – che ha deciso di studiare in un’altra città. Il motivo principale è che UniPa, come offerta didattica, ha saputo spendersi unicamente per riuscire a fornire corsi di studio di qualità, tale da rendere i laureati appetibili al mondo del lavoro”.

“In questi anni – ha aggiunto – la città ha visto la nascita di un vero e proprio business attorno alle case in affitto. Tra le Università italiane, in media, UniPa è quella non solo con le tassazioni più basse, ma anche con gli affitti più accessibili rispetto alle città con le sedi dei principali mega atenei d’Italia. Laddove uno studente fuori dalla Sicilia paga circa 400 euro per una doppia, a Palermo la può trovare a un prezzo massimo di 150 euro e le singole non raggiungono i 300 euro”.

“Da anni – ha spiegato ancora – attraverso il lavoro che compio con la mia associazione studentesca Vivere Ateneo, prendiamo atto delle preoccupazioni e siamo in prima linea per l’accoglienza di tutte quelle famiglie i cui figli, per la prima volta, si trovano di fronte la vita non più liceale. Palermo, in qualità città universitaria, ha tanti difetti e tanti pregi e sul fronte dell’accoglienza agli studenti, ma ha sicuramente avviato con furbizia il commercio delle case, garantendo anche la più vasta scelta”.

“Si può ancora fare molto – ha concluso – ma posso garantire che ogni studente non è lasciato solo”.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684