Valderice, no a luminarie natalizie ma buoni spesa - QdS

Valderice, no a luminarie natalizie ma buoni spesa

Pietro Vultaggio

Valderice, no a luminarie natalizie ma buoni spesa

venerdì 27 Novembre 2020 - 00:00
Valderice, no a luminarie natalizie ma buoni spesa

Per l’Amministrazione comunale una decisione in controtendenza rispetto al passato. Il sindaco Stabile: “Vogliamo essere vicini a chi è stato colpito dalla pandemia”

VALDERICE (TP) – A poche settimane dalla celebrazione cristiana della nascita di Gesù, l’Amministrazione comunale di Valderice ha preso una decisione in controtendenza, ma in linea con la difficile situazione che sta vivendo il Paese: niente luminarie per alimentare l’atmosfera natalizia, ma la somma utile è stata destinata all’istituzione di ‘buoni spesa’ indirizzati a chi sta vivendo un periodo economicamente tragico.
Un gesto di concreta vicinanza per quelle famiglie che rischiano di non arrivare a fine mese, un pensiero per chi ha dei figli e vuol regalare un pasto caldo la notte di Natale.

“Ho deciso insieme alla mia amministrazione – commenta il sindaco di Valderice, Francesco Stabile – di mettere in campo azioni importanti e concrete, al fine di essere vicini a tutti coloro che, in questo momento, sono colpiti in maniera diretta da questo terribile nemico invisibile. La responsabilità della politica deve necessariamente portare a scelte di tutela verso chi ha maggiore bisogno di aiuto. Per questo motivo – prosegue – abbiamo sacrificato le consuete luminarie natalizie, per destinare l’impegno economico per la concessione di voucher ‘buoni spesa’ alle famiglie che vivono, più di tutti, il disagio economico e sociale”.

Una scelta che darà un aiuto concreto ai nuclei familiari che non percepiscono alcuna altra forma di reddito, alcuna altra forma di assistenza economica da parte dello Stato, compresi ammortizzatori sociali e reddito di cittadinanza, Rei, Naspi, indennità di mobilità, Cig e pensione. “Oggi, più che mai – continua il sindaco Stabile -, l’obiettivo ed il coraggio di ogni amministratore deve essere quello di sacrificare anche le azioni di immagine, al fine di stare vicino ai cittadini e per il bene di tutti. Sono sicuro – conclude – che la Comunità Valdericina, davanti ad un’emergenza, come quella che stiamo vivendo, apprezzi il gesto della rinuncia alle luci natalizie per aiutare i cittadini che sono più in difficoltà. Una comunità che sa trovare la forza per reagire alle avversità è una comunità che è destinata a grandi traguardi”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684