Vino: crolla il prezzo di quello da tavola, allarme dalla Cia - QdS

Vino: crolla il prezzo di quello da tavola, allarme dalla Cia

redazione

Vino: crolla il prezzo di quello da tavola, allarme dalla Cia

martedì 23 Aprile 2019 - 08:29
Vino: crolla il prezzo di quello da tavola, allarme dalla Cia

La Confederazione italiana agricoltori rende noto che si è abbassato fino a quindici centesimi per litro con giacenze fino a un milione di ettolitri e chiede l'intervento dell'assessore Bandiera

La crisi dei prezzi del vino da tavola è stato al centro di un incontro ad Alcamo, nel Trapanese, promosso dalla Confederazione italiana agricoltori (Cia) della Sicilia occidentale.

La Cia ha infatti chiesto un intervento delle Istituzioni e un incontro urgente con l’assessore regionale all’Agricoltura Edy Bandiera.

“C’è una grave crisi di mercato in atto e sotto gli occhi di tutti – ha affermato Antonino Cossentino, presidente della Cia Sicilia occidentale – che sta mettendo in ginocchio la zona del Trapanese che, ricordiamo, è la provincia italiana più ‘vitata’. Occorre un intervento deciso per scongiurare il peggio e permettere a centinaia di aziende di continuare a sopravvivere”.

Secondo i dati forniti dalla Cia, in Sicilia il prezzo attuale del vino comune – una volta identificato dalla normativa come vino da tavola – è ancora sotto i due euro per ettogrado, ossia circa 15-20 centesimi al litro. Lo scorso anno veniva invece venduto a 40-45 centesimi, prezzo sempre inferiore rispetto alla media dell’Ismea (54 centesimi).

Nella nostra Isola, inoltre, le giacenze, secondo i dati ufficiali di marzo, sono superiori a un milione di ettolitri.

All’incontro erano presenti i rappresentanti delle cantine Petrosino, San Francesco Di Paola, Fiumefreddo e Sant’Antonino.

C’era anche il deputato nazionale Antonio Lombardo (M5s), componente la commissione Agricoltura, che ha annunciato un’interrogazione parlamentare sulla questione.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684