Violazioni dei contratti di utenza telefonica - QdS

Violazioni dei contratti di utenza telefonica

Attardi Sebastiano

Violazioni dei contratti di utenza telefonica

martedì 03 Agosto 2021 - 00:00

La Tim come altre compagnie telefoniche vive anche di espedienti illeciti e quindi illegittimi, pur di “arricchirsi” a danno dell’ignaro utente. A volte l’illecito riguarda il puro importo del canone da pagare rispetto a quello concordato, mentre altre volte riguarda i servizi e gli oneri, che, proprio per contratto, non sono più dovuti in quanto scaduti. Oggi partiamo dalla voce “noleggio” che comprende soprattutto l’originario apparecchio fornito al momento dell’installazione della linea.

Ebbene, il canone del relativo noleggio dovrebbe cessare dopo tre anni da quando è stato attivato. Nella pratica quotidiana, però, il gestore non ha mai eliminato , “sua sponte” il relativo addebito, anzi a volte aumenta di poco il costo (1,16 euro).

La giustificazione di questo aumento sarebbe “la necessità d soluzioni tecnologiche innovative”, ma, nella realtà, dopo cinque, dieci o venti anni da quando è stato fornito l’apparecchio, quest’ultimo è ormai tecnicamente superato se non già sostituito con altro apparecchio acquistato dall’utente. La richiesta di cessazione di questo “noleggio o servizio”, afferma la Tim, può essere fatta chiamando il servizio clienti del 187, oppure inviando la richiesta per iscritto per avere la “prova” della comunicazione.

Inoltre, relativamente alla restituzione dell’apparato telefonico, è ormai prassi che qualunque gestore rinunci a tale restituzione per gli apparati con più di tre anni. La cosa da fare è quindi d’inviare sempre una richiesta scritta, chiedendo la cessazione del relativo canone “noleggio” , e ciò anche tramite pec allegando il documento d’identità dell’intestatario della linea telefonica.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001