Vittoria, Dispenza, "Superata diffidenza della gente" - QdS

Vittoria, Dispenza, “Superata diffidenza della gente”

Liliana Rosano

Vittoria, Dispenza, “Superata diffidenza della gente”

venerdì 31 Gennaio 2020 - 00:00
Vittoria, Dispenza, “Superata diffidenza della gente”

Intervista esclusiva al componente della Commissione straordinaria di Vittoria, Filippo Dispenza. Un finanziamento importante della Regione per riportare ad antico splendore il Teatro comunale

VITTORIA (RG) – Di seguito la seconda e ultima parte dell’intervista esclusiva al prefetto Filippo Dispenza (clicca per la prima parte), componente della Commissione straordinaria di Vittoria, dopo lo scioglimento da parte del Governo degli organi elettivi del Comune per infiltrazioni mafiose.

Quali sono stati gli ostacoli con cui la Commissione ha dovuto fare i conti?
“La diffidenza iniziale della gente, ma soprattutto la resistenza dell’apparato burocratico dell’amministrazione comunale, da cui non abbiamo avuto, tranne rare eccezioni che ringraziamo con tutto il cuore, leale e totale collaborazione.
Ogni settore dell’amministrazione comunale, con cui ci confrontavamo, era contaminata da gravi retaggi del passato. Così come riportato dalla relazione della Commissione d’Indagine.
Ad esempio, ci stiamo occupando, con la riserva di rivalerci in danno, di ridurre l’inquinamento del sottosuolo provocato dalla discarica di Pozzo Bollente, che avrebbe dovuto essere messa in sicurezza fin dal 2006 e per la cui messa in sicurezza e gestione post mortem avrebbero dovuto essere utilizzati diversi milioni di euro, di cui non abbiamo trovato tracce nelle casse comunali.
Prendiamo ad esempio il bellissimo teatro comunale di Vittoria, un gioiello dell’arte neoclassica. Abbiamo riscontrato la mancanza di manutenzione e di lavori di ristrutturazione e, per questo, siamo stati costretti a chiuderlo in via precauzionale, dopo l’intervento dei VVFF e della Sovrintendenza di Ragusa, a causa dell’abbassamento pericolosissimo delle capriate sulla cupola.
Problema che risalirebbe, a dire dei predetti esperti, a diversi anni prima; circostanza di cui la commissione non ha alcuna responsabilità sebbene ci sia stato il tentativo di addebitare a noi le gravi omissioni del passato.
Vogliamo dire di essere grati all’interesse e al supporto del compianto Sebastiano Tusa, allora assessore ai Beni Culturali, ed al Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, se abbiamo ottenuto un finanziamento importante che ci consentirà di riportare all’antico splendore questo magnifico tempio della cultura”.

Che supporto avete avuto dal governo centrale e da quello regionale?
“Un grande supporto. A cominciare dal Ministero dell’Interno che ci ha anticipato nove milioni di euro, evitando che dichiarassimo dissesto finanziario, aggravando così la situazione delle famiglie e dei cittadini. Questo perché abbiamo trovato le casse del Comune in grande sofferenza anche per i tanti debiti fuori bilancio contratti dalle amministrazioni precedenti.
Lo stesso presidente della Regione, Nello Musumeci, ed i suoi assessori, specie quelli dell’Ecologia e delle Infrastrutture, hanno sempre supportato il percorso e il lavoro della commissione straordinaria”.

Quali sono ora gli obiettivi futuri e urgenti?
“A livello amministrativo, rafforzare il sistema della trasparenza e legalità all’interno del mercato ortofrutticolo; risanare le casse comunali attraverso un aumento del gettito fiscale; diminuire le tasse ma arrivare ad una maggiore riscossione dei tributi in modo da poter offrire i giusti e dovuti servizi alla cittadinanza”.

L’appello
Cittadini ribellatevi e reagite
“Dico ai cittadini di ribellarsi, di reagire, debellare la protervia e l’arroganza dei criminali, che pur costituiscono la minoranza. Di non lasciare che la criminalità e una certa politica che tende a scendere a compromesso con le forze criminali prendano il sopravvento e il dominio della città.

C’è una straordinaria Vittoria sana, pulita, che merita dignità, riscatto, ascolto, fiducia. I giovani rappresentano una grande speranza ed è specialmente con loro che la commissione ha instaurato, attraverso le scuole e le associazioni, un dialogo costruttivo per poter garantire un magnifico futuro a questa bellissima regione della Sicilia.

Vittoria è una città dalle numerose risorse economiche, culturali, umane, artistiche.

Il nostro lavoro come commissari straordinari ha solo un obiettivo e nessun interesse personale: affermare il primato della legge e la presenza dello Stato. Vittoria merita di tornare ad occupare un posto di grande dignità e credibilità nel consesso nazionale ed internazionale”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684