Voucher connettività, banda ultra larga per liberi professionisti - QdS

Voucher connettività, arriva la banda ultra larga per liberi professionisti

webms

Voucher connettività, arriva la banda ultra larga per liberi professionisti

webms |
venerdì 20 Maggio 2022 - 16:21

Voucher connettività e banda ultra larga per i liberi professionisti: un passo in avanti verso la digitalizzazione del lavoro.

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto ministeriale (27 aprile 2022) che estende il Piano Voucher Connettività anche ai liberi professionisti. Soddisfazione da parte di del presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, che commenta: “Si tratta di un passo importante verso la digitalizzazione degli studi, che garantisce pari opportunità di crescita tra imprese e professionisti”.

Voucher connettività per liberi professionisti: cos’è

Il voucher connettività (fase II) prevede che P.M.I e liberi professionisti con partita IVA possano richiedere un contributo per servizi di connettività a banda ultralarga da 30 Mbit/s a oltre 1 Gbit/s. Si prevede un contributo che, in base ai servizi richiesti, va da un minimo di 300 euro a un massimo di 2.500 euro. La richiesta si può effettuare direttamente agli operatori di telecomunicazioni accreditati sul portale dedicato all’incentivo, attivato da Infratel Italia per conto del Ministero dello sviluppo economico (Mise).

Per l’erogazione del voucher e l’attivazione dei servizi a banda ultra larga, i beneficiari dovranno utilizzare i consueti canali di vendita degli operatori.

“Avevamo chiesto al Mise di integrare i professionisti tra i beneficiari della misura e dobbiamo ringraziare il sottosegretario Anna Ascani per la sensibilità mostrata nei nostri confronti e per l’immediata risposta a un’esigenza molto diffusa tra i liberi professionisti”, commenta Stella.

“La possibilità di accedere a Internet ultraveloce favorirà indubbiamente il processo di digitalizzazione nel mondo delle professioni. Ma il Decreto del Mise rappresenta anche un segnale importante per garantire pari opportunità tra imprese e professionisti che ogni giorno devono competere sul mercato”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684