Giacomo D'Alessandro: "Abbinare gli usi americani al gelato italiano, sfida vinta" - QdS

Giacomo D’Alessandro: “Abbinare gli usi americani al gelato italiano, sfida vinta”

Liliana Rosano

Giacomo D’Alessandro: “Abbinare gli usi americani al gelato italiano, sfida vinta”

martedì 24 Luglio 2018 - 12:00
Giacomo D’Alessandro: “Abbinare gli usi americani al gelato italiano, sfida vinta”

“Polosud”, un successo la nuova gelateria siciliana di Giacomo D’Alessandro. “Prodotto artigianale ed ingredienti rigorosamente Made in Italy” 

Giacomo, perché il Wall Street Journal l’ha definita “il re dei cannoli” e in che cosa i cannoli che lei produce sono diversi dagli altri?
“I miei cannoli ripieni di autentica ricotta di pecora, acquistata direttamente dai produttori di San Biagio dei Platani in provincia di Agrigento in Sicilia e trasportata con un innovativo metodo di conservazione a base di azoto liquido. Una metodologia che congelando in meno di 60 secondi, mantiene intatto il sapore e la qualità del prodotto. Cialde croccanti, ricotta autentica e interno di cioccolato sono gli elementi vincenti per far scoprire ai newyorchesi il vero gusto del cannolo siciliano”.
Polosud la nuova gelateria siciliana appena inaugurata a Mott Street, nel cuore della vecchia Little Italy di New York, si presenta come un’autentica gelateria siciliana. Cosa offrirà al pubblico newyorchese?
“Il nostro gelato è prodotto artigianalmente. I prodotti vengono dall’Italia, il pistacchio siciliano di Bronte, le nocciole dal Piemonte, il cioccolato da Modica. Tutti gli altri ingredienti sono selezionati per garantire la migliore qualità: il cioccolato fondente dal Sud America, il latte selezionato da una fattoria del nord dello stato di New York con il 60% di grasso in meno, identico a quello italiano!
Il prodotto artigianale significa fatto e venduto nello stesso giorno, cosa che pochi fanno a New York. Ci saranno i cannoli con la vera ricotta di pecora siciliana, la brioche con il gelato e il ciambellone della nonna”.
Quali sono le difficoltà principali legate all’apertura di un’attività ristorativa a NY, tra affitti alti e competizione. Come fronteggerete questi fattori?
“Aprire a New York , se da un lato ti dà una visibilità enorme, dall’altro rappresenta una grande sfida. Costi di affitto, gestione e competizione sono fattori che bisogna sempre tenere presente quando si fà business. Io sono molto attento ai costi , sia quelli di produzione che quelli fissi e l’approccio imprenditoriale anche nel settore della ristorazione è fondamentale. Per la competizione, fortunatamente ho pochi “concorrenti”, la maggior parte delle gelaterie, se così si possono chiamare, sono in franchising e producono il gelato mesi prima trasportandolo surgelato, quindi sono più vicine all’Ice cream per la temperatura a cui sono sottoposti che al gelato tradizionale come quello di Polosud”.
Non cederà alla tentazione di accontentare i gusti e le abitudini degli americani?
“La consapevolezza del cibo italiano è diventata una prerogativa degli Americani. Ormai sanno distinguere il vero prodotto italiano da quello “fake” e la stessa cosa vale per il gelato. Abbinare gli usi americani al gelato italiano è stata una ‘challenge”, ma abbiamo introdotto nel nostro “menu” un gusto che si chiama appunto “L’Americano” che è fatto con la Banana fresca e l’immancabile “burro di arachidi” ed un’altro gusto con “Rum e Menta. Tra i 21 gusti di gelato tradizionale abbiamo inserito due gusti American way”.
Non solo New York, Polosud si prepara ad un piano di espansione piuttosto ambizioso.
“Il progetto prevede l’apertura di 5 punti vendita a New York City ( sia con il carrettino come quello a Basley Park aperto la scorsa settimana che con negozi veri e propri) e poi l’espansione con il progetto in franchising partendo dalla West Coast (San Diego, San Francisco, Los Angeles) e il Texas. Insomma un progetto ambizioso che come tale ci stimola sempre di più in quanto portare il vero prodotto italiano di qualità ovunque negli Usa con costi di apertura competitivi e ragionevoli è sempre stato il mio obiettivo”.

Ex guida turistica, Giacomo D’Alessandro, palermitano, è stato definito “il re dei cannoli” dal Wall Street Journal e oggi apre a New York Polosud, gelateria e pasticceria siciliana nel cuore di Little Italy con l’obiettivo di farla diventare un franchising in tutti gli Stati Uniiti.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684