Ansia da Black Friday e rischi per i maniaci dello shopping - QdS

Ansia da Black Friday e rischi per i maniaci dello shopping

redazione

Ansia da Black Friday e rischi per i maniaci dello shopping

giovedì 22 Novembre 2018 - 02:00
Ansia da Black Friday e rischi per i maniaci dello shopping

I consigli contro la sindrome degli acquisti compulsivi. Sfruttare il tempo libero per svolgere attività gratificanti: sport e un corso di lingue

ROMA – La sindrome da shopping compulsivo è una vera e propria patologia che crea dipendenza, è esplosa con il commercio on line e, col Black Friday alle porte, è alto il rischio che torni a farsi sentire. “Lo shopping compulsivo è una condizione clinica caratterizzata da un impulso irrefrenabile a comprare, che produce una forte tensione emotiva tale da non estinguersi nemmeno dopo l’avvenuto acquisto o che comunque si risolve solo per un brevissimo arco di tempo per poi ripresentarsi con la stessa intensità”, avverte la psicologa Emanuela Napoli, che ha stilato 5 consigli in vista del “venerdì nero” dello shopping.
1) Acquisire consapevolezza: il problema non va sottovalutato ma affrontato. Riconoscerlo è il primo passo per poterne uscire. Occorre porsi delle domande: “Riesco a non farlo?”, “è davvero utile questo acquisto?”, “Me lo posso permettere?”. Prima di fare un acquisto queste domande servono per acquisire razionalità e a non assecondare l’euforia e l’istinto che guida il momento.
2) Impegnare il proprio tempo: sfruttare il tempo libero per svolgere attività gratificanti e motivanti come seguire un corso, fare sport, leggere, imparare una nuova lingua, ascoltare musica, imparare uno strumento musicale. Sono tutte attività che impegnano la mente, rafforzano l’autostima e aiutano a non colmare il tempo libero e l’apatia con lo shopping.
3) Ridurre le possibilità di acquisto online: limitate l’utilizzo del pc, del tablet o dello smartphone. Evitate di registrare i dati della vostra carta di credito sui siti di e-commerce per non rischiare di fare acquisti automatici e disinstallate le relative app.
4) Limitare il budget: quando dovete fare acquisti portatevi un budget con il denaro necessario. Ciò vi consentirà di avere tutto sotto controllo e capire cosa è realmente utile.
5) Chiedere aiuto: parlare con un amico fidato o un familiare di questo problema. Non abbiate paura di sfogarvi e raccontare. Se necessario affidate ad un parente la gestione della vostra carta di credito. Per capire meglio le ragioni di questa dipendenza e superarla consultate un terapeuta.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684