Palermo - Disabili, niente parcheggio gratis se le strisce gialle sono occupate - QdS

Palermo – Disabili, niente parcheggio gratis se le strisce gialle sono occupate

Luca Insalaco

Palermo – Disabili, niente parcheggio gratis se le strisce gialle sono occupate

mercoledì 10 Agosto 2011 - 00:00

Sancito dalla commissione Trasporti il diritto di usare le strisce blu in mancanza di posti riservati. Il Comune non ha ancora recepito la favorevole risoluzione del Governo

PALERMO – Una risoluzione della commissione parlamentare Trasporti ha messo nero su bianco il diritto dei disabili a parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu qualora siano indisponibili i posti sulle strisce gialle loro riservati. Il documento parlamentare risale allo scorso mese di maggio e, pur non sancendo alcun obbligo per i comuni, offre loro comunque una chiara indicazione in una materia alquanto controversa. Anche a Palermo. L’amministrazione comunale palermitana, infatti, è stata sollecita a recepire una sentenza della Corte di Cassazione del 2009 che respingeva il ricorso di un cittadino disabile palermitano il quale rivendicava la possibilità di posteggiare gratuitamente nelle strisce blu, dal momento che i posti H erano occupati. Alla pronuncia giurisprudenziale ha fatto seguito un’ordinanza con la quale Palazzo delle Aquile ha escluso la gratuità del parcheggio per i portatori di handicap al di fuori delle strisce gialle. L’immediata conseguenza del provvedimento sono state le multe inflitte ai disabili sorpresi negli stalli a pagamento, ma sprovvisti dei ticket orari, ed i ricorsi presentati a valanga dinanzi all’ufficio del Giudice di pace del capoluogo.
La stessa sollecitudine, secondo l’opposizione, non è stata ravvisata nell’allinearsi all’orientamento romano. Dal Comune, infatti, non è ancora giunto alcun segnale volto a concedere ai soggetti con disabilità la possibilità di parcheggiare gratuitamente la propria autovettura nelle zone di sosta a pagamento. Un atteggiamento che il consigliere comunale dell’Idv Fabrizio Ferrandelli definisce “sconcertante”. “Non soltanto – accusa il capogruppo dei dipietristi a Sala delle Lapidi – il sindaco, la giunta e la maggioranza che lo sostiene ignorano tutte le categorie sociali svantaggiate, adesso si permettono pure di lasciare in un cassetto una risoluzione che porterebbe almeno un minimo di sollievo a quei cittadini che vivono già in situazioni di particolare disagio”. Ferrandelli annuncia quindi di aver presentato una mozione in cui chiede che “nel rispetto delle norme nazionali, anche i cittadini disabili palermitani, possano godere degli stessi diritti di quelli romani o milanesi. Non mi sembra di chiedere troppo, anzi – conclude – ritengo incredibile e assurdo che ci sia invece bisogno di alzare la voce anche per questi atti dovuti”.

L’assessore Russo: “Il Consiglio si attivi”
PALERMO – “La risoluzione della commissione Trasporti mi trova assolutamente d’accordo. Resta però da vedere se questo documento sia superiore ad una sentenza che, tra l’altro, ha visto interessato proprio il Comune di Palermo”. L’assessore comunale alle Attività sociali, Raoul Russo, ricorda il cospicuo carteggio con il gabinetto del sindaco sulla materia dei parcheggi e la richiesta (andata a vuoto) di un’ordinanza del primo cittadino che concedesse il beneficio ai diversamente abili. Russo annuncia inoltre di aver già previsto la gratuità per i disabili in un regolamento che, tuttavia, giace da tempo (e in compagnia di un’ingente mole di atti) a Sala delle Lapidi. “Nell’ambito del regolamento relativo ai contrassegni per i disabili ho inserito un emendamento che rispecchia il voto della Commissione. Ora spetta ancora una volta al Consiglio comunale attivarsi”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684