Agrigento, disabili, il Libero Consorzio scrive alla Regione - QdS

Agrigento, disabili, il Libero Consorzio scrive alla Regione

redazione

Agrigento, disabili, il Libero Consorzio scrive alla Regione

martedì 11 Febbraio 2020 - 00:00
Agrigento, disabili, il Libero Consorzio scrive alla Regione

Richiesta ufficiale per aumentare le somme necessarie a garantire i servizi assistenziali. L’obiettivo è scongiurare l’interruzione del sostegno prima della fine dell’anno scolastico

AGRIGENTO – Il Libero Consorzio comunale ha formulato una richiesta ufficiale per aumentare le somme destinate a garantire i servizi assistenziali relativi agli studenti con gravi disabilità. La documentazione è stata inviata dal Settore Solidarietà sociale, Politiche della famiglia, Pari opportunità, Attività culturali e sportive dell’Ente intermedio agrigentino all’assessorato regionale alla Famiglia.

“Nonostante al Libero Consorzio comunale di Agrigento – hanno comunicato dall’Ente – sia stata assegnata la somma di 1.647.602,26 euro, che sarà utilizzata per proseguire i servizi assistenziali relativi agli studenti con gravi disabilità fisiche per l’anno scolastico in corso, questa somma è da ritenersi insufficiente a erogare i servizi fino alla fine dell’anno scolastico in base al numero degli studenti affetti da grave disabilità”.

Già nei mesi scorsi il Settore competente aveva inviato diverse note all’assessorato regionale alla Famiglia, in cui è stato esplicitato, richiesto, stimato e dimostrato il necessario fabbisogno per questo anno scolastico per l’intera popolazione degli studenti a cui assicurare il regolare svolgimento delle attività scolastiche.

“All’inadeguatezza delle risorse disponibili – hanno concluso dall’ex Provincia regionale – si aggiunge anche la precarietà finanziaria dell’Ente, che non consente alcun intervento con risorse proprie del bilancio e la riserva di legge che assegna la competenza del servizio i capo alla Regione e una funzione delegata nel territorio per i Liberi Consorzi”.

La richiesta di ulteriori finanziamenti è volta, pertanto, a scongiurare l’interruzione dei servizi essenziali in questione, ancor prima della conclusione dell’anno scolastico in corso.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684