Agrigento, Firetto punta a eliminare tutti i debiti - QdS

Agrigento, Firetto punta a eliminare tutti i debiti

Pietro Vultaggio

Agrigento, Firetto punta a eliminare tutti i debiti

sabato 11 Gennaio 2020 - 00:00
Agrigento, Firetto punta a eliminare tutti i debiti

L’approvazione del Previsionale 2019 è arrivato sul filo di lana, proprio alla fine dello scorso anno. Il primo cittadino ha tracciato un bilancio del percorso avviato dall’insediamento a oggi

AGRIGENTO – Soltanto negli ultimi giorni dell’anno il Comune, confermando una disfunzione tutta siciliana, è riuscito ad approvare il Bilancio di previsione 2019. Un documento in cui gioco forza, arrivando alla fine dell’anno, di previsione resta davvero poco.

La seduta in cui l’Aula ha licenziato il documento è stata caratterizzata anche dalla presenza di numerosi dipendenti precari del Comune. La loro situazione, con l’approvazione del Previsionale, va adesso verso la stabilizzazione dei contratti e anche per questo il sindaco Calogero Firetto, con tutta la sua Giunta, ha preferito fare il punto della situazione e togliere ogni dubbio.

“Abbiamo saltato il fosso – ha detto il primo cittadino – con forza non abbiamo dichiarato il dissesto, strada peraltro più facile, anzi abbiamo avviato un percorso di risanamento. Riusciamo così a stabilizzare 180 persone dopo trent’anni e stiamo pagando tutti i debiti. È un buon traguardo per la città”.

“Sono tanti – ha aggiunto Firetto – i bandi che saranno avviati nei prossimi mesi in diverse parti della città. Tutto questo nasce nel 2016, perché si programma tutto e non si lascia mai nulla al caso”.

Quella del personale precario e della sua ricorrente stabilizzazione è una delle vicende più singolari della lunga e complessa storia della Pubblica amministrazione in Italia. Al netto delle considerazioni, ancora oggi si continua ad alimentare sotterraneamente un bacino di precariato più o meno ampio all’interno dell’amministrazione pubblica senza che nessuno possa fermarlo.

Non sempre, o quasi mai, si parla però di Piano aziendale o di razionalizzazione dei servizi per efficientare la pubblica amministrazione.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684