Luoghi insoliti ma di grande bellezza riscoperti grazie all’impegno del Fai - QdS

Luoghi insoliti ma di grande bellezza riscoperti grazie all’impegno del Fai

Pietro Vultaggio

Luoghi insoliti ma di grande bellezza riscoperti grazie all’impegno del Fai

martedì 15 Ottobre 2019 - 00:00
Luoghi insoliti ma di grande bellezza riscoperti grazie all’impegno del Fai

Nel capoluogo il percorso “Vivere Girgenti”, con la visita di quattro dimore in centro storico. Anche nell’agrigentino, successo per le Giornate d’Autunno del Fondo ambiente italiano

AGRIGENTO – Per il loro ottavo compleanno sono tornate anche questo fine settimane le Giornate Fai d’Autunno.

Per l’edizione 2019 sono stati individuati itinerari speciali con l’obiettivo ultimo di scoprire luoghi insoliti e straordinari in tutta la Regione. Ad Agrigento, la delegazione Fai ha ideato il percorso “Vivere a Girgenti”, con le visite di quattro dimore private in centro storico: Casa Messina Bonfiglio (che riproduce negli arredi le tipiche case siciliane), Casa Montana Moscato, Casa Montana Riolo (che conserva alcuni arredi originari, in particolare il bel salone della musica) e Palazzo Celauro (dove fu ospitato Goethe nel 1787).

L’appuntamento, che ha riscosso anche quest’anno grande successo, è stato organizzato dal comparto giovanile del Fondo ambiente italiano, per dare freschezza a una manifestazione ormai diventata punto di riferimento come “Le Vie dei Tesori”.

“Le Giornate Fai d’Autunno – ha affermato Giuseppe Taibi, presidente Fai Sicilia – sono l’opera collettiva dei nostri ragazzi, il risultato della forza d’animo delle nuove generazioni, simbolicamente incarnata in quel giovane che, duecento anni fa, a ventuno anni, scrisse i versi immortali de ‘L’Infinito’: Giacomo Leopardi. Per questo l’edizione 2019 è stata dedicata a lui e alla sua poesia”.

Più spazio ai giovani, dunque, e a un cambio generazionale protagonista delle vicende politiche e organizzative socio-culturali. Un giovane, che ha spazio nella propria società, è infatti più invogliato a far bene. “Dall’infinito si passa poi al finito – ha aggiunto Taibi – e cioè alle risorse planetarie in corso di esaurimento. Per il Fai aver cura delle nuove generazioni significa soprattutto occuparsi del loro futuro. Da anni la Fondazione è al lavoro per rendere i suoi Beni sostenibili dal punto di vista energetico e nel mese di ottobre 2019, con consapevolezza della grande attenzione che l’emergenza climatica esige, ha dedicato la grande campagna nazionale di raccolta fondi ‘Ricordati di salvare l’Italia’ al sostegno di questo suo obiettivo”.

“Bisogna favorire – ha concluso – l’implementazione di tecnologie all’avanguardia e contribuire alla sensibilizzazione verso le tematiche ambientali”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684