Agrigento, stretta per vincere la battaglia al Covid - QdS

Agrigento, stretta per vincere la battaglia al Covid

Irene Milisenda

Agrigento, stretta per vincere la battaglia al Covid

mercoledì 11 Novembre 2020 - 00:00
Agrigento, stretta per vincere la battaglia al Covid

Incremento dei posti di terapia intensiva, malattie infettive e per le cure a bassa intensità. In aumento anche gli screening con l’obiettivo di mappare la diffusione del virus in provincia

AGRIGENTO – Alla luce dell’aumento dei contagi da Covid-19 la Regione siciliana, sulla base del monitoraggio e dello sviluppo dei dati attuali, ha valutato la possibilità di attivare tempestivamente nuovi posti letto in strutture pubbliche e private di tutto il territorio isolano.

Sono complessivamente 416 – ha affermato la presidente della VI Commissione dell’Ars, Margherita La Rocca Ruvolo, a margine dell’audizione dell’assessore per la Salute Ruggero Razza – i posti letto di terapia intensiva che saranno attivati in Sicilia entro il 30 novembre, 2.384 quelli di degenza ordinaria e 812 quelli per i casi a bassa complessità. La Sicilia è una delle regioni che al momento non ha sospeso le cure diverse dal Coronavirus, né ha ridotto gli interventi programmati, ma l’aumento dei contagi ci porterà a rivedere il piano sanitario per affrontare la gestione dei pazienti che necessitano di cure ospedaliere”.

Alla provincia di Agrigento saranno assegnati cinquanta posti in terapia intensiva di questi: 14 verranno attivati entro il 15 novembre e altrettanti 14 entro il 30 novembre all’Ospedale di Agrigento; al Fratelli Parlapiano di Ribera entro il 30 novembre verranno attivati dieci posti letto, mentre per l’Ospedale di Sciacca saranno disponibili sei posti entro il 15 novembre e altrettanti entro il 30 novembre.

Sono 240, invece, i posti letto in malattie infettive. Di questi, entro giorno 15 novembre ne verranno attivati sessanta e altri ottanta a fine mese nell’Ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento; venti invece quelli che verranno resi operativi all’ospedale di Ribera entro il 15 novembre e cinquanta entro fine mese. A Sciacca, entro fine novembre saranno attivati altri trenta posti.

A completare l’offerta sanitaria i Centri per le cure a bassa complessità dedicati a quei pazienti che non necessitano di un ricovero in ospedale, pur avendo bisogno di assistenza sanitaria. Sono 160 gli ulteriori posti messi a disposizione: di questi entro il 15 ne verranno attivati 18 alla Rsa Covid di Sciacca e altri 18 entro il 30 novembre; al Cta di Ribera verranno assegnati venti posti entro il 15 e venti entro il 30 novembre; all’Ipab Covid verranno assegnati trenta posti entro il 15 novembre e sessanta entro il 30 novembre.

Intanto, per mappare l’effettiva diffusione del Covid-19 nella popolazione provinciale si sta lavorando per realizzare un’area drive in per la somministrazione dei tamponi rapidi. “È una delle richieste che ho fatto all’assessore Razza – ha spiegato il sindaco Franco Micciché – e ho voluto fortemente. Oltre all’area della zona industriale, stiamo lavorando per allestire altre postazioni per sottoporre a quasi tutti il tampone rapido”.

Nel frattempo si sono svolte due giornate dedicate al “Covid-screening” destinato alla popolazione scolastica. Nella prima giornata sono stati eseguiti 410 test ad Agrigento con due casi positivi, 330 test a Sciacca con cinque positivi e 148 test a Licata con due casi positivi. Nel corso della seconda giornata sono stati 1.126 i test rapidi eseguiti, di questi ad Agrigento su 735 tamponi quattro sono risultati positivi mentre a Licata su 81 test solo uno ha dato esito positivo. Meno confortanti i rilievi eseguiti a Sciacca, dove sul campione di 310 soggetti 49 tamponi sono risultati positivi.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684