Costa: "Contagio zero irraggiungibile, l'obiettivo è convivere con Covid"

Covid, contagio zero irraggiungibile: l’obiettivo è convivere con il Covid

web-meg

Covid, contagio zero irraggiungibile: l’obiettivo è convivere con il Covid

web-meg |
mercoledì 04 Maggio 2022 - 14:21

Il sottosegretario Andrea Costa sottolinea l'importanza dello stop alle mascherine nei luoghi sicuri. "Il contagio zero è irraggiungibile: l'obiettivo è convivere con il Covid"

La fase è ancora quella di transizione, ma per il Governo, togliere le mascherine e ridurre le restrizioni come è avvenuto con dal primo maggio era un segnale importante per dare fiducia agli italiani.

“Siamo di fronte ad una nuova fase che è possibile grazie ad una maggioranza responsabile di cittadini che hanno aderito alla campagna di vaccinazione”, ha spiegato Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, a margine del Digital Health Forum di Farmindustria a Roma. “Ovviamente, occorre ancora prudenza e senso di responsabilità che i cittadini hanno ampiamente dimostrato in questi due anni e credo che, per quanto riguarda le mascherine al chiuso, passare da un obbligo ad una raccomandazione significhi dare fiducia agli italiani”.

L’obiettivo non è arrivare a contagio zero ma alla convivenza

“Siamo consapevoli – ancora Costa – e lo vediamo anche per quanto riguarda la mascherina all’aperto, nonostante non ci sia più l’obbligo di indossarla da alcuni mesi, vediamo cittadini che in situazioni di affollamento continuano a mettere la mascherina. Oggi dopo due anni di pandemia c’è una consapevolezza diversa da parte dei cittadini e credo sia giusto affidarci a loro”. Siamo ancora in una “fase di transizione molto vicina alla normalità. Ovviamente l’obiettivo non è arrivare al contagio zero, perché è un obiettivo irraggiungibile, l’obiettivo semmai è arrivare alla convivenza con il virus, una convivenza che permetta alle attività di tornare alla normalità e che permetta soprattutto ai nostri ospedali di non essere più sotto pressione, nella consapevolezza che anche l’attività ordinaria degli ospedali salva vite umane”, conclude.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684