Smog nelle città siciliane, dal governo quattro milioni di euro - QdS

Smog nelle città siciliane, dal governo quattro milioni di euro

Rosario Battiato

Smog nelle città siciliane, dal governo quattro milioni di euro

sabato 09 Novembre 2019 - 07:00
Smog nelle città siciliane, dal governo quattro milioni di euro

Per evitare le sanzioni Ue, lunedì sarà sottoscritto un accordo tra Ministero dell’Ambiente e Regione per ridurre l’inquinamento. Fondi per incentivare l’uso di mezzi elettrici

PALERMO – Tutto pronto per la firma sull’accordo di programma tra la Regione e il ministero dell’Ambiente per l’adozione di misure per il miglioramento della qualità dell’aria. Il primo di novembre, la Giunta regionale ha deliberato la presa d’atto del provvedimento che prevede un investimento da 4 milioni di euro per favorire iniziative in grado di contrastare l’inquinamento da traffico urbano nelle città di Palermo, Catania, Messina e Siracusa.

Lunedì si prevede la sottoscrizione dell’accordo, alle ore 10 al PalaRegione di Catania, dal governatore Nello Musumeci e dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Sarà presente anche Toto Cordaro, assessore regionale del Territorio e dell’ambiente.

LO SCHEMA DELL’ACCORDO
A definire le principali misure dell’accordo, ci avevano pensato i tecnici dell’assessorato del Territorio e dell’ambiente che alla fine di settembre avevano redatto il documento in vista della stipula definitiva, determinando delle misure di risanamento complementari a quelle previste nel “Piano di Tutela della Qualità dell’Aria”, approvato con delibera n.268 del 18 luglio dello scorso anno.

IL MINISTERO FINANZIA
Per favorire le iniziative anti inquinamento degli agglomerati urbani di Palermo, Catania, Messina e Siracusa, che sono le aree di riferimento contenute nell’Accordo, il ministero dell’Ambiente mette a disposizione 4 milioni di euro che saranno investiti, tra le altre cose, sulla base di un progetto di mobilità sostenibile casa-lavoro/scuola messo a punto dall’assessorato regionale e che “prevede – si legge nel testo redatto dall’assessorato – l’utilizzo di mezzi elettrici a basso impatto ambientale concernenti la mobilità urbana e metropolitana”.

In particolare, si continua a leggere nel documento, l’attuazione delle misure di contrasto dell’inquinamento contenute nell’Accordo, contribuirà alla “diminuzione di particolato Pm10 e del biossido di azoto (dovuti principalmente al traffico urbano) e al superamento delle attuali problematiche relative al quadro sanzionatorio sulla matrice aria da parte della Ue”.
Bisogna infatti ricordare che la Regione siciliana è nel mirino dell’Ue in ben due procedure di infrazione relative alla qualità dell’aria: la n. 2015/2043 per i superamenti del valore limite per gli ossidi di azoto (NOx) e la n. 2014/2147 per i superamenti del valore limite per il particolato fine PM10 e per la mancata attuazione di interventi di risanamento della qualità dell’aria.

GLI IMPEGNI DELLA REGIONE
La Regione si impegna ad adottare, entro sei mesi dalla sottoscrizione, le disposizioni finalizzate al ricambio dell’attuale parco automezzi per le Pmi e imprese artigiane e per i cittadini, con mezzi a basso impatto ambientale, tramite l’incentivazione della rottamazione dei veicoli inquinanti e con altre pratiche come il biglietto unico, un programma condiviso di mobilità sostenibile e, tra gli altri, promozione di infrastrutture per il potenziamento della mobilità ciclo-pedonale e anche aggiornamento dei piani di risanamento per le tre aree ad elevato rischio ambientale siciliane.

Tag:

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684