Ars, approvata la legge "blocca-nomine" prima del voto - QdS

Ars, approvata la legge “blocca-nomine” prima del voto

web-mp

Ars, approvata la legge “blocca-nomine” prima del voto

web-mp |
mercoledì 16 Marzo 2022 - 18:14

L'emendamento, nello specifico, impedisce al governo di procedere a nomine nelle Asp e nelle aziende controllate e partecipate nei 180 giorni antecedenti alle elezioni

L’Ars ha approvato un emendamento, firmato dalle opposizioni e da alcuni deputati di centrodestra, che impedisce al governo di procedere a nomine nelle Asp e nelle aziende controllate e partecipate nei 180 giorni antecedenti alle elezioni.

I capigruppo di FdI e Db, Elvira Amata e Alessandro Aricò, avevano chiesto alla Presidenza il rinvio dell’emendamento in commissione di merito ipotizzando anche profili di incostituzionalità, ma il testo è stato messo ai voti e alla fine è stato approvato, col voto favorevole di chi aveva manifestato disappunto rilevando tra l’altro la non attinenza dell’emendamento col disegno di legge in discussione.

Assessore Cordaro

“Nel metodo oggi scriviamo una pagina macchiata, nulla sarebbe cambiato se questo emendamento seguendo il percorso istituzionale corretto fosse andato nella commissione di merito – ha detto in aula l’assessore regionale al Territorio, Toto Cordaro – Questo emendamento e con queste firme resteranno nella storia di questa legislatura e di questo Parlamento: mi rimetto alla decisione della Presidenza, se si decide di votare voterò a favore”.

Il vice presidente vicario Di Mauro

Dopo l’approvazione della norma e dell’intero ddl, il vice presidente vicario, Roberto Di Mauro (autonomisti), ha stigmatizzato l’atteggiamento di Cordaro. “Lei assessore si è rivolto a me in modo minaccioso, ma io sono sereno perché la conosco da anni e so che lei vuole sempre alzare i toni . Ma non si doveva permettere di rivolgersi al segretario generale dicendogli: ‘poi terremo conto del suo comportamento’, questo non è ammissibile”. Cordaro ha cercato di replicare dai banchi del governo, ma Di Mauro ha chiuso la seduta. (ANSA).

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001