Bonus figli disabili, come funziona, i requisiti e a chi spetta - QdS

Bonus figli disabili, come funziona, i requisiti e a chi spetta

Web-al

Bonus figli disabili, come funziona, i requisiti e a chi spetta

Web-al |
lunedì 18 Ottobre 2021 - 13:28

Firmato il decreto per avviare il bonus figli disabili che è destinato ai genitori disoccupati o monoreddito e ammonta a un massimo di 500 euro al mese. Tutti i dettagli

Al via un nuovo sostegno economico per i figli disabili nelle famiglie composte da un solo genitore o comunque monoreddito. Il 14 ottobre il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il ministro dell’Economia e delle Finanze, ha firmato il Decreto riguardante il contributo riconosciuto in favore di genitori disoccupati o monoreddito, facenti parte di nuclei familiari monoparentali con figli a carico con una disabilità non inferiore al 60%.

Di cosa si tratta?

La misura è stata estesa sia alle mamme che ai papà soli che hanno figli invalidi a carico. Il contributo erogato dall’Inps è riconosciuto per il triennio 2021-2023. L’importo del bonus è di 150 euro al mese per ogni figlio disabile, fino a un massimo di 500 euro mensili. Nel caso i fondi stanziati non fossero sufficienti a soddisfare le domande si darà la precedenza alle famiglie con ISEE più basso e, a parità di Isee, alle famiglie in cui siano presenti, nell’ordine non autosufficienti, con disabilità grave; e con disabilità media.

A chi spetta?

Il bonus in questione spetta a tutti i genitori soli, sia padre che madre, che risultano essere: disoccupati, o privi di reddito o con redditi che si collocano nella no tax area (8145 euro annui per i dipendenti, 4800 euro annui per gli autonomi); monoreddito, ovvero che ricavano il proprio reddito esclusivamente dall’attività lavorativa propria. E’ necessario che il genitore richiedente sia residente in Italia e abbia un ISEE valido che non sia superiore ai 3mila euro.

Come richiederlo

La domanda per ottenere il bonus genitori con figli disabili deve essere presentata annualmente dal genitore per via telematica attraverso il portale web dell’Inps. La richiesta deve essere presentata su apposito modello e corredata di un’autocertificazione in cui l’interessato assicura di avere i requisiti richiesti. Per accedere si deve utilizzare lo Spid (il Sistema di identità digitale), la Carta d’identità elettronica o la Carta nazionale dei servizi. O in alternativa, è possibile farlo attraverso il contact center dell’Inps, telefonando da rete fissa al numero verde gratuito 803.164 o tramite un patronato.

Quando il bonus può decadere

Il diritto al bonus decade in caso di: decesso del figlio, perdita della potestà genitoriale e affidamento del figlio a terzi o ricovero presso una struttura residenziale di cura a carico dello Stato.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684