Bonus Turismo 2023 nella Legge di Bilancio: come funziona - QdS

Bonus turismo 2023: come funziona e le opportunità per la Sicilia

webms

Bonus turismo 2023: come funziona e le opportunità per la Sicilia

Marianna Strano  |
mercoledì 28 Dicembre 2022 - 11:58

Nella Legge di Bilancio è previsto anche un Bonus Turismo 2023, con due fondi che la Sicilia potrebbe sfruttare al massimo per la ripresa economica: ecco tutte le novità.

Arriva il bonus turismo 2023: strutture ricettive e imprese turistiche avranno a disposizione due importanti contributi, il “Fondo per i piccoli comuni a vocazione turistica” e il “Fondo per il turismo sostenibile”.

Ecco cosa prevede la nuova Legge di Bilancio – in fase di approvazione definitiva, tra i tanti emendamenti proposti e i dibattiti in Parlamento – e come questi contributi potrebbero essere utili alla Sicilia, una delle regioni più interessate dalle potenzialità del turismo.

Bonus Turismo 2023: come funziona, requisiti, novità

Come già accennato, saranno attivi due fondi. Il primo è il “Fondo per i piccoli comuni a vocazione turistica“, destinato ai Comuni con meno di 5mila abitanti. Nel testo del Ddl sulla Legge di Bilancio del 2023 si legge che per questo bonus si prevede una dotazione di 10 milioni di euro per il 2023 e di 12 milioni per il 2024 e per il 2025.

Obiettivo del fondo sarà “incentivare interventi in­ novativi di accessibilità, mobilità, rigenera­ zione urbana e sostenibilità ambientale” in quei Comuni piccoli ma ricchi di tesori culturali, sociali e architettonici da mostrare ai turisti.

Il secondo fondo del bonus turismo 2023 è il “Fondo per il turismo sostenibile”. Il Ministero competente prevede una dotazione da 5 milioni di euro per il 2023 e 10 milioni ciascuno per il 2024 e il 2025, al fine di “potenziare gli interventi fi­nalizzati alla promozione dell’ecoturismo e del turismo sostenibile, che mirino a mini­mizzare gli impatti economici, ambientali e sociali generando contemporaneamente red­dito, occupazione e conservazione degli eco­sistemi locali”. Il fondo potrà essere usato per:

  • rafforzare le grandi destinazioni culturali italiane in materia di turismo sostenibile;
  • favorire la transizione ecologica in ambito turistico;
  • sostenere le imprese e le strutture ricettive che intendano conseguire certificazioni in materia di sostenibilità.

Bonus Turismo 2023: come fare domanda

Essendo la Legge di Bilancio ancora in fase di approvazione definitiva, il bando con le informazioni specifiche su requisiti e modalità di presentazione della domanda non è ancora disponibile. Si prevede un bando entro 60 giorni dall’entrata in vigore della Legge.

L’anno della ripresa, si attende la svolta

Il 2022 è stato l’anno della ripresa del turismo dopo il Covid, e questo nonostante gli effetti devastanti della guerra in Ucraina e dello shock energetico che ha messo l’intera Eurozona a rischio recessione.

Ora che la maggior parte delle restrizioni è sul punto di svanire (nonostante i timori per la ripresa dei contagi in Cina e l’avvio di controlli in diversi aeroporti in tutto il mondo), si spera che il 2023 sia l’anno della svolta definitiva. Questo è il senso del bonus del turismo, volto a finanziare un settore che – nonostante il dramma del caro energia – continua a essere una punta di diamante per l’Italia.

Le potenzialità per la Sicilia

Il bonus turismo 2023 ha le potenzialità per aiutare la Sicilia a realizzare la propria “svolta” nel campo della ricettività? Probabile, visto che entrambi i fondi previsti nella Legge di Bilancio potrebbero risultare molto utili per le località siciliane.

La Sicilia, in fondo, è la terra dei piccoli Comuni dai grandi tesori. Quante meraviglie si nascondono tra le Madonie e l’entroterra, dall’Etna alle isole minori? Eppure, l’isola – se ne è discusso molto nelle ultime settimane – continua a essere legata quasi esclusivamente al turismo balneare e, anche con iniziative legate allo sviluppo dei musei e alla valorizzazione del patrimonio artistico-culturale, alcune forme di turismo “alternative” stentano a decollare.

E lo stesso potrebbe dirsi per il turismo sostenibile. La Sicilia ha un grande potenziale energetico con le risorse rinnovabili, soprattutto con il fotovoltaico, ma i costi per la produzione di energia pulita e una mentalità ancora profondamente legata al fossile ostacolano la “rivoluzione” isolana. Che i fondi del bonus turismo 2023 rappresentino una svolta? Lo sperano gli addetti al settore, messi alla prova da anni difficili e da cambiamenti importanti.

Immagine di repertorio

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001