Caltanissetta, per le aziende colpite dalla crisi esenzione Tari - QdS

Caltanissetta, per le aziende colpite dalla crisi esenzione Tari

Annalisa Giunta

Caltanissetta, per le aziende colpite dalla crisi esenzione Tari

giovedì 22 Luglio 2021 - 00:00

Il M5s, insieme con l’assessora al Bilancio, Luciana Camizzi, ha approvato una serie di delibere che vanno incontro alle difficoltà economiche riscontrate dalle attività produttive

CALTANISSETTA – Esenzione della Tari 2021 per le aziende duramente colpite dall’emergenza e dalle restrizioni Covid 19. È quanto deliberato nei gironi scorsi dal Consiglio Comunale. Un risultato positivo raggiunto dal gruppo consiliare del M5S, in collaborazione con l’assessora al bilancio Luciana Camizzi e la Giunta Comunale, che con 13 voti favorevoli ha approvato una serie di delibere che vanno incontro alle difficoltà economiche legate alla pandemia riscontrate dalle attività produttive e dalle fasce più deboli.

“Grande impegno – si legge in una nota del gruppo consiliare del M5S – è stato profuso nei pochi giorni disponibili per preparare l’emendamento con lunghe riunioni fino a tarda sera ed aggiustamenti fino a poche ore prima l’inizio del Consiglio. Per questo ci sentiamo di ringraziare, in particolare, l’assessora Camizzi ed il Ragioniere Generale Bennardo, per la grande disponibilità al confronto che ci ha consentito di ampliare i benefici per gli operatori economici duramente colpiti a causa dell’emergenza sanitaria”.

Riduzione del 100% della parte fissa e della parte variabile della Tari 2021 dunque per bar, ristoranti, alberghi, b&b, negozi di abbigliamento, negozi di calzature, parrucchieri, centri estetici, cartolerie, agenzie di viaggio, ludoteche, asili nido, negozi di ferramenta, artigiani, carrozzerie, attività industriali, cinema, teatri, associazioni culturali e sportive, palestre. Escluse da questa manovra le banche, gli uffici pubblici, i supermercati, tabaccai, farmacie, ortofrutta, ovvero le attività che hanno lavorato normalmente nonostante l’emergenza, che dovranno pagare per intero la Tari 2021.

“La volontà dell’Amministrazione – afferma l’assessora Luciana Camizzi – è quella di venire incontro e aiutare le attività produttive che hanno avuto un rallentamento durante l’emergenza seppur con una minima iniezione di liquidità per dare loro la possibilità di utilizzare questi soldi in altro modo”. Agevolazioni anche per gli studi professionali, assicurazioni, studi professionali e altri uffici privati che pagheranno solo il 25% della tassa complessiva.

“Dal punto di vista economico – spiega l’assessore al bilancio – la manovra è stata possibile grazie a un milione di euro di trasferimenti che la Regione Siciliana prima o poi liquiderà al Comune e 600 mila euro già trasferiti dal Governo centrale, somme quest’ultime destinate alla riduzione della Tari per le utenze non domestiche. Grazie a un piccolo aumento sugli uffici pubblici e banche siamo riusciti a garantire in questo caso l’esenzione del 100% per le utenze non domestiche più in difficoltà”.

“Altra novità – aggiunge l’Assessore – riguarda le utenze domestiche per le quali abbiamo messo in bilancio circa 450 mila euro che serviranno per i contribuenti disagiati che già usufruiscono del bonus per la fornitura di energia elettrica, gas e acqua. A breve pubblicheremo l’avviso per l’istanza da parte di queste categorie, speriamo che ci possa essere anche in questo caso un’esenzione totale o uno sconto del 50-75%. La percentuale verrà stabilita entro questo mese in base alle richieste che perverranno al Comune”.

In merito ai ritardi dovuti alla consegna delle bollette Tari arrivano rassicurazioni da parte dell’assessora Camizzi. “Ritardi – spiega – attribuibili all’approvazione della delibera della tariffa della Tari. A breve sarà riattivato anche il portale del contribuente che permetterà ai cittadini di visionare la propria posizione contributiva inserendo le proprie credenziali.

Intanto, l’Ufficio Tributi nelle scorse settimane ha ripreso a ricevere in presenza i cittadini. Per ogni chiarimento o informazione è possibile rivolgersi all’Ufficio chiamando i seguenti numeri: 039474821 -093474820 – 093474816; cellulare 3351983072.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684