Caltanissetta, misure per il decoro urbano e sanzioni - QdS

Caltanissetta, misure per il decoro urbano e sanzioni

Annalisa Giunta

Caltanissetta, misure per il decoro urbano e sanzioni

sabato 07 Marzo 2020 - 00:00
Caltanissetta, misure per il decoro urbano e sanzioni

Il primo cittadino del capoluogo, Roberto Gambino, ha emesso un’apposita ordinanza sindacale. In caso di mancato adempimento sono previste multe fino a un massimo di 500 euro

CALTANISSETTA – Ripristinare il decoro pubblico in alcune aree del centro storico. Con questo intento il sindaco Roberto Gambino ha emanato un’ordinanza pubblicata all’Albo pretorio dell’Ente.

“Una misura – ha spiegato il primo cittadino – resasi necessaria a causa delle situazioni di abbandono di immobili che sono stati destinati ad attività commerciali e artigianali e che dopo svariati anni presentano le vetrine completamente imbrattate e con rifiuti all’interno, le insegne pubblicitarie sporche e danneggiate, i pali delle relative insegne a bandiera danneggiati e carenti di manutenzione con potenziali pericoli per la pubblica e privata incolumità”.

Secondo l’articolo 50, comma 5, del Decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267, modificato dall’articolo 8 (comma 1, lett. A) del Decreto legge 20 febbraio 2017 n.14 il sindaco “può adottare ordinanze contingibili e urgenti quale rappresentate della comunità locale, in relazione all’urgente necessità di interventi volti a superare situazioni di grave incuria o degrado del territorio, dell’ambiente e del patrimonio culturale o di pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana, con particolare riferimento alle esigenze di tutela della tranquillità e del riposo dei residenti, anche intervenendo in materia di orario di vendita, anche per asporto, e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche”.

L’ordinanza sindacale emanata lo scorso 26 febbraio si estende a tutta la Zona A del centro storico e tiene conto del regolamento edilizio che impone ai proprietari di mantenere il decoro dei manufatti intervenendo in caso di incuria e abusi. Una misura, come si legge nel documento “adottata in vista delle manifestazioni e dei riti della Settimana Santa che portano migliaia di visitatori a Caltanissetta e anche in previsione della partenza il prossimo 12 maggio della prima tappa del “Giro E” di ciclismo.

Dalla data di emanazione e fino al prossimo 30 maggio i proprietari degli immobili dei piani terra e seminterrati che si affacciano sulla pubblica via destinati ad attività commerciali, artigianali e magazzini sono dunque obbligati ad effettuare i relativi lavori di manutenzione ordinaria al fine di rendere l’ambito urbano decoroso e adeguato al vivere civile.

“L’obbligo – come si legge nell’atto – consiste nel pulire le saracinesche, togliere i rifiuti accumulatisi o gettati attraverso le serrande all’interno dell’immobile e pulire gli spazi rientranti rispetto al filo della facciata, non protetti da serrande; di tenere le vetrine pulite e libere sia all’interno che all’esterno da manifesti, volantini e affissioni varie; di coprire le vetrine con pannelli decorativi, utilizzando una delle immagini disponibili sul sito Internet del Comune lasciando comunque spazio per la promozione dell’attività, per eventuali comunicazioni o dell’offerta in vendita o locazione del fondo, la manutenzione o rimozione di insegne pubblicitarie e dei relativi sostegni che si presentano danneggiati o con carenza di manutenzione”.

In caso di inadempimento all’ordinanza è prevista l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria che va da un minimo di 25 euro a un massimo di 500 euro.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684