Oltre 2 kg di droga in casa, "Servono per fare la grappa" - QdS

Oltre 2 kg di droga in casa, “Servono per fare la grappa”

web-iz

Oltre 2 kg di droga in casa, “Servono per fare la grappa”

web-iz |
giovedì 20 Gennaio 2022 - 15:53

La giustificazione data ai militari dai tre giovani trovati sul posto.

I militari hanno sequestrato oltre 2 kg di marijuana in una casa apparentemente abbandonata a Cupramontana (Ancona). Secondo i giovani trovati sul posto, doveva essere cannabis ‘light’ per preparare una grappa con infuso di marijuana.

Invece il valore del Tetraidrocannabinolo “Thc” era decisamente superiore al massimo consentito dalla legge che regola la coltivazione della filiera agroindustriale della canapa.

La ricostruzione

I carabinieri ne hanno sequestrato 2,5 kg tra infiorescenze e foglie secche (oltre ad un bilancino elettronico di precisione) in un casa colonica isolata a Cupramontana (Ancona): i militari sapevano che era abbandonata, ma hanno sentito musica rap proveniente dall’edificio e sono andati a controllare: dentro c’erano tre giovani, l’affittuario, un 30enne del posto, ha detto di essere titolare di ditta individuale di tipo agricolo preposta alla coltivazione di farmaceutici e spezie, giustificando così la presenza della Cannabis Sativa Light. Sostanza di cui lui e i suoi amici volevano testare la qualità per realizzare il distillato.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria la sostanza è stata analizzata presso il laboratorio di Analisi Sostanze Stupefacenti nel Comando Provinciale Carabinieri di Ancona e si è accertato che il valore del Thc era superiore ai limiti di legge. Altri accertamenti sono in corso per verificare la completezza e veridicità delle autorizzazioni in possesso del giovane agricoltore, che è stato denunciato a piede libero per produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti e psicotrope. Le altre due persone sono state segnalate per uso personale.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684