Catania, prima giornata neonato pretermine all'ospedale Gaaribaldi - QdS

Catania, prima giornata neonato pretermine all’ospedale Gaaribaldi

web-mp

Catania, prima giornata neonato pretermine all’ospedale Gaaribaldi

web-mp |
martedì 16 Novembre 2021 - 19:01

Fenomeno in aumento, in Italia registrati 40mila casi all'anno

Alla presenza del direttore generale dell’Arnas Garibaldi Fabrizio De Nicola si è svolta nel reparto di Neonatologia dell’ospedale Garibaldi Nesima di Catania la prima giornata dedicata al neonato pretermine, organizzata dall’Associazione Bambini in Crescita, costituita da genitori di neonati prematuri e promossa dal Coordinamento nazionale delle associazioni per la Neonatologia ‘Vivere Onlus’ e dalla Fondazione europea per l’assistenza neonatale.

L’evento è stato aperto dall’esibizione di una speciale violinista, Ilaria Bonanno, la quale ha donato della deliziosa musica classica girovagando tra le culle del reparto sotto gli occhi attenti di professionisti, operatori sanitari e perfino mamme in fase allattamento.

“Siamo davvero contenti – ha detto la direttrice del reparto Gabriella Tina – di celebrare un appuntamento tanto importante e, in particolare, siamo felici di farlo con attraverso la musica. Le note del violino hanno immediatamente messo a tacere il suono infelice dei monitor, migliorando le condizioni emotive e fisiche dei bambini”. La Giornata Internazionale del Neonato Pretermine, che proseguirà nella giornata di domani, si propone di mettere in risalto il fenomeno della prematurità; fenomeno purtroppo in aumento, ma ancora poco conosciuto. Basti pensare che solo in Italia oltre 40.000 bambini vengono alla luce prima del termine e iniziano la loro vita attaccati a una macchina e isolati dalla mamma e dal mondo.

“Per accogliere un prematuro in maniera adeguata – ha detto il direttore del Dipartimento Materno -Infantile Giuseppe Ettore – è necessaria una terapia intensiva neonatale all’avanguardia capace di accompagnare il piccolo nel suo percorso di sviluppo e di garantire il mantenimento delle funzioni vitali. Un percorso che può essere garantito solo in una struttura che offre multidisciplinarietà e completezza”. (ANSA).

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684