Catania, pusher arrestato a San Cristoforo: trovata pistola e 60 proiettili

Catania, pusher arrestato a San Cristoforo: trovata una pistola e 60 proiettili

web-pv

Catania, pusher arrestato a San Cristoforo: trovata una pistola e 60 proiettili

web-pv |
lunedì 09 Maggio 2022 - 09:39

I militari, nel transitare in via Officina, hanno osservato una cessione di droga ad opera del 39enne proprio al momento del loro passaggio

I carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato in flagranza di reato un 39enne catanese in quanto gravemente indiziato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel primo pomeriggio i carabinieri, impegnati in un servizio di contrasto all’illegalità diffusa ed in particolare allo smercio di droga, hanno attenzionato diverse zone del quartiere di “San Cristoforo”.

I militari in particolare nel transitare in via Officina hanno osservato una cessione di droga ad opera del 39enne proprio al momento del loro passaggio e, scesi fulmineamente dall’auto, sono riusciti a bloccare il pusher che, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 7 dosi di marijuana e della somma contante di 60 euro ritenuta provento dello spaccio.

Le armi

La perquisizione presso il domicilio del 39enne non ha fornito ulteriori elementi ai militari che hanno comunque esteso la ricerca anche ai locali e zone comuni di palazzine limitrofe all’abitazione dell’uomo, rinvenendo e sequestrando a carico di ignoti, una pistola a tamburo Weihrauch con matricola abrasa nonché 24 proiettili cal. 38 special, un involucro contenente 48 grammi di Marijuana e un bilancino di precisione.

All’esito degli altri controlli effettuati, tra le altre zone, nei pressi di via G. Poulet i militari hanno rinvenuto e sequestrato a carico di ignoti in uno stabile, in stato di abbandono e di libero accesso, altri 60 proiettili cal. 38 special e 85 cal. 9×21. L’arma rinvenuta sarà inviata al Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina per gli accertamenti tecnici tesi a verificarne il suo eventuale utilizzo in precedenti eventi delittuosi. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto disponendo per il 39enne la sottoposizione agli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684