Catenanuova e lo stile di vita mediterraneo - QdS

Catenanuova e lo stile di vita mediterraneo

Elisa Saccullo

Catenanuova e lo stile di vita mediterraneo

giovedì 08 Ottobre 2020 - 00:00
Catenanuova e lo stile di vita mediterraneo

Il Comune ha deciso di aderire al progetto lanciato dall’Amministrazione di Caltanissetta. Comunità del cuore della Sicilia unite per la promozione di cibo, bellezza e viaggi

CATENANUOVA (EN) – Anche il Comune ha scelto di aderire al primo “Parco mondiale policentrico e diffuso dello stile di vita nel Mediterraneo, con un’apposita delibera di Giunta.

L’iniziativa, partita dal Comune di Caltanissetta (ente coordinatore dello strategico progetto) coinvolgerà le popolazioni della Sicilia centrale e interna, attraverso la creazione di un partenariato delle comunità. Il progetto sarà imperniato sulla dieta mediterranea (già riconosciuta patrimonio dell’Unesco), la quale contiene sei dimensioni fra di loro interdipendenti: dimensione comunitaria, culturale ed antropologica, dimensione educativa, dimensione ecologica, dimensione sportivo-salutistica, dimensione alimentare; dimensione economica.

“L’iniziativa – ha spiegato il sindaco Carmelo Scravaglieri – ben si attaglia al nostro Comune che, al riguardo, aveva ideato un Piano strategico di rilancio culturale, sociale ed economico del territorio, coniugandolo, nel frattempo, col potenziamento della filiera agricola, agroindustriale ed enogastronomica, sia mercati nei internazionali, sia in quelli interni”.

La Giunta ha autorizzato il sindaco a siglare il relativo accordo di programma in cui sono stabilite le modalità di concretizzazione dell’iniziativa. Nell’accordo è evidenziato che questo Piano strategico si fonda su tre matrici generali discendenti dalle deliberazioni dell’Unesco, le quali hanno riconosciuto lo stile di vita dei nostri nonni quale patrimonio culturale immateriale dell’umanità insieme alle buone pratiche per il buon cibo e il buon vivere comunitario, includendo pure le indicazioni derivanti dall’enciclica di Papa Francesco “Laudato sì”.

Il progetto, organizzativamente, assumerà la forma del Parco policentrico diffuso, prevalentemente in plein air, dove coniugare la fantasia con la cultura, la mitologia con la storia, i valori comunitari col divertimento, la gioia col sapere, e prevede quali primi protagonisti, i bambini e le famiglie, gli adolescenti e i giovani. Verranno presi in considerazione anche il cinema, la tv, i fumetti, oltre a tutte le forme culturali (letteratura, teatro, arte, architettura, musica e danza). In linea di massima il progetto si baserà sulla triade virtuosa cibo, bellezza e viaggi.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684