"Chi l’ha detto che", il piano iniziative UniCredit per clienti e non over 65 - QdS

“Chi l’ha detto che”, il piano iniziative UniCredit per clienti e non over 65

redazione

“Chi l’ha detto che”, il piano iniziative UniCredit per clienti e non over 65

mercoledì 22 Giugno 2022 - 08:55

Token per accedere all’online banking e prelievi gratuiti per gli over 75, Consulenza Fuori Sede, oltre a un percorso di educazione digitale e finanziaria, creato da UniCredit, con la partecipazione di Fondazione Mondo Digitale, TechSoup e di Polizia Postale, per rinforzare conoscenze e uso degli strumenti digitali in autonomia e sicurezza L’Italia diventerà nel 2025 il terzo paese con più anziani al mondo, dopo Giappone e Spagna, secondo il rapporto OCSE 2020.

Gli anziani sono solo per un terzo in grado di utilizzare Internet in modo complesso e diversificato e ciò stride con le sempre maggiori responsabilità sociali che svolgono. Un semplice esempio, se entrambi i genitori lavorano, oltre il 60% dei bambini fino ai cinque anni sono affidati ai nonni che hanno quindi l’esigenza di rendersi sia reperibili che di svolgere attività online. UniCredit ha ideato e lanciato “Chi l’ha detto che”, il piano di iniziative dedicato a clienti e non clienti con oltre 65 anni che si basa su quattro pilastri: comprensione, per capire meglio le esigenze e le necessità della popolazione senior UniCredit; attenzione, token gratuito per accedere all’online banking e prelievi ATM gratuiti per gli over 75che vivono in comuni in cui non sono presenti gli atm UniCredit e firma su stampa cartacea come alternativa al digitale; consulenza, anche fuori sede e Digital e Financial education, attraverso il programma OfficinaDigitale, offerto in sinergia con Partner esterni.

OfficinaDigitale nasce nell’ambito dell’ESG Italy Educational Program, con il contributo di Fondazione Mondo Digitale e la lartecipazione di TechSoup e della Polizia Postale ed è un percorso di educazione digitale e finanziaria che ha lo scopo di rinforzare conoscenze e uso degli strumenti digitali per promuove l’autonomia e l’inclusione sociale dei partecipanti.

Il percorso si articola in due incontri in aula presso alcune sedi di UniCredit e di associazioni sul territorio; un incontro online per allenare le conoscenze acquisite e video di approfondimento disponibili sul sito: www.unicredit.it/educazionefinanziaria/officinadigitale per completare la formazione.Il primo ciclo di lezioni, andate in onda il 7 e 14 giugno, ha visto la partecipazione di 1300 persone in 200 sedi italiane con un elevato tasso di gradimento. L’85% dei partecipanti ha ritenuto i contenuti offerti molto utili per il proprio quotidiano e ha apprezzato il linguaggio utilizzato in quanto semplice e ricco di esemplificazioni.

Il prossimo ciclo di lezione andrà in onda il 28 giugno.Per iscriversi basta andare su education.unicredit.it, oppure chiedere in una qualunque filiale UniCredit. Il percorso è gratuito e aperto a tutti, clienti e non clienti UniCredit, con più di 65 anni di età.Durante il percorso si potranno approfondire tematiche quali: cos’è Internet, come richiedere lo SPID, come usare il QR Code, come inviare una foto col cellulare, come partecipare ad una videochiamata, come effettuare un bonifico online, come pagare un bollettino online e come prevenire i rischi legati all’uso improprio degli strumenti digitali.

Presenti in aula settecento dipendenti UniCredit, specificamente formati, che su base volontaria hanno scelto di aderire all’iniziativa e facilitare l’apprendimento dei partecipanti Il percorso OfficinaDigitale si inserisce nel più ampio piano di educazione finanziaria di UniCredit denominato Banking Academy che rappresenta una delle leve della strategia ESG di UniCredit in Italia. I percorsi sono offerti gratuitamente a persone e imprese, clienti e non clienti, su temi quali: banking, finanza, risparmio, creazione di impresa, export management, digitalizzazione, innovazione di settore.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684