La Llorona. Le Lacrime del male. Spin off della saga di “Conjuring” - QdS

La Llorona. Le Lacrime del male. Spin off della saga di “Conjuring”

Francesco Torre

La Llorona. Le Lacrime del male. Spin off della saga di “Conjuring”

giovedì 25 Aprile 2019 - 00:00
La Llorona. Le Lacrime del male. Spin off della saga di “Conjuring”

Il personaggio del titolo, la “donna che piange”, viene presentato in una sequenza introduttiva ambientata in Messico nel 1673, dove vediamo l’evento che lega la protagonista al proprio tragico destino

Regia di Michael Chaves, con Linda Cardellini (Anna Tate-Garcia), Patricia Velasquez (Patricia Alvarez).
Usa 2019, 93’.
Distribuzione: Warner Bros Italia

Ennesimo spin off della saga di “Conjuring”, il film trae origine da un’antica e famosa leggenda messicana che traduce con buone dosi di suspense, una solida struttura narrativa e un’interessante costruzione di un’atmosfera se non spaventosa sicuramente perturbante.

Il personaggio del titolo, la “donna che piange”, viene presentato in una sequenza introduttiva ambientata in Messico nel 1673, dove vediamo l’evento che lega la protagonista al proprio tragico destino, prima di un salto di 300 anni nella Los Angeles del 1973. Qui protagonista è un’altra donna, madre e vedova, stressata dal proprio lavoro di assistente sociale.

Il regista, l’esordiente Michael Chaves, crea empatia con movimenti steadycam e attenzione al quadro emotivo e familiare della protagonista, e anche la sceneggiatura riesce a evidenziare una felice sintesi tra le istanze di genere e quelle più introspettive.

Come il resto della saga, poi, il film si caratterizza per la presenza di effetti semplici ma sorprendenti: specchi e finestre come passaggi per le oscure presenze, finestrini che si aprono da soli, bambole, candele e cristalli rifrangenti. Troppo ingombrante, invece, soprattutto nelle scene clou, il tappeto musicale.
Aldilà del piacere fugace di effetti e apparizioni, però, mancano nel film la piena costruzione di un mondo e la riflessione sul mito narrato, elementi centrali perché la pellicola emerga dall’insieme o dal sottogenere di riferimento senza che venga immediatamente assorbita dalla logica di consumo e incasellata in attesa del prossimo, ugualmente tecnicamente valido, ma ugualmente impalpabile, spin off.

Voto: ☺☺1/2☻☻

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684