Colori fluo e ritorno alle tendenze del passato la primavera è come un tuffo negli anni 2000 - QdS

Colori fluo e ritorno alle tendenze del passato la primavera è come un tuffo negli anni 2000

redazione

Colori fluo e ritorno alle tendenze del passato la primavera è come un tuffo negli anni 2000

martedì 29 Marzo 2022 - 09:16

Grazie anche all’ispirazione di serie tv di successo come Euphoria, tentiamo di tracciare i canoni della primavera 2022 e scoprire il successo delle piattaforme second-hand

MILANO – Stili unici, spesso frutto di influenze apparentemente distanti tra loro. È questa una delle principali tendenze per questa primavera 2022, che vede i giovani vestirsi a strati dimenticando la formalità, prendendo magari qualche spunto dalle serie tv più popolari (Euphoria su tutte) o dai personaggi dello showbusiness. Abbiamo cercato di tracciare, grazie a un articolo pubblicato da Ansa, alcune delle principali caratteristiche della moda di quest’anno, tra influenze vintage, un revival degli anni 2000 e un pizzico di… uncinetto.

Fluo

Nonostante ciò che si possa pensare, i colori fluo hanno la capacità di essere estremamente versatili. Nero, grigio, blu e marrone sono spesso preferiti ma possono anche essere immediatamente ravvivati da un tocco fluo.

Tra i giovani, anche grazie ad app dedicate, si sta diffondendo sempre di più la tendenza ad acquistare capi di seconda mano e proprio questi strumenti potrebbero essere utili a chi si approccia alle tinte sorprendenti del fluo per la prima volta, senza grandi investimenti. Come suggerito da Ansa, si può iniziare con qualcosa di semplice, per esempio un accessorio come una sciarpa, una borsa, delle sneaker o una t-shirt. In un secondo momento magari si può pensare di indossare i propri capi, lasciando intravedere un po’ di colore: il turchese, il magenta, il fucsia e il blu elettrico.

Color block

Optare per look monocromatici consente spesso di distinguersi tra la folla e il full colorblock contribuisce a ricreare uno stile unico e indimenticabile. Sperimentare con forme e sovrapposizioni diverse può “spezzare” la linearità del monocromatico e aggiungere volume.

Anche in questo caso su molte piattaforme second-hand è possibile trovare tanti capi da indossare a strati: è sufficiente concentrarsi sul colore e il gioco è presto fatto.

Jeans a vita bassa

I jeans a vita bassa hanno contraddistinto gli anni Duemila e da sempre il denim acquista un aspetto migliore più viene indossato. Quindi, come suggerito da Ansa, per sentirsi più comodi si può puntare su un jeans baggy, oppure optare per il classico jeans a vita bassa skinny.

In entrambi i casi, l’ideale è scegliere un classico blu denim da abbinare a una cintura e un top.

Anni 2000

Per chi vuole lanciarsi a capofitto nel trend revival degli anni 2000 è consigliato indirizzarsi su indumenti molto specifici: dai tubini ai crop top, dai jeans svasati alle borse con le nappe. Se è vero che nella moda, prima o poi, tutto torna, non c’è niente di meglio che fare un tuffo nel passato riscoprendo stili mai del tutto passati di moda.

Abiti da cerimonia

Gli abiti da indossare per cerimonie difficilmente vengono riutilizzati. Allora, come suggerito da Ansa, perché non cercare un abito second-hand e portarlo da un sarto per qualche modifica e in questo modo renderlo adatto a un utilizzo quotidiano o per un’altra occasione? Il modo migliore per trovare un abito che faccia colpo è quello di andare nelle categorie meno frequentate dell’usato come “abiti da sera” o “abiti da cerimonia”: si rimarrà stupiti dall’immensa varietà di capi che si può trovare.

E magari con i soldi risparmiati si potrà personalizzare il capo scelto grazie all’aiuto di una buona sarta.

Uncinetto

Chiudiamo con stile: quando si sente parlare di uncinetto solitamente si pensa alle vacanze e alla stagione calda, ma tutti gli accessori ready-to-wear sembrano essere sempre di tendenza sulle passerelle, anche nei periodi più freddi. Dai passamontagna agli abiti crochet, ci sono così tanti look diversi che possono essere realizzati solo con quel filo che rende i capi unici e speciali: dai berretti ai top, fino a qualche piccola borsa e persino bikini mai indossati.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684