Confapi Sicilia e UniCredit, un accordo per aiutare le imprese contro il “rincaro energetico” - QdS

Confapi Sicilia e UniCredit, un accordo per aiutare le imprese contro il “rincaro energetico”

redazione

Confapi Sicilia e UniCredit, un accordo per aiutare le imprese contro il “rincaro energetico”

martedì 31 Maggio 2022 - 09:03

Aiutare le piccole e medie imprese a fronteggiare i recenti, rilevanti, rincari energetici supportandone le esigenze di liquidità, soprattutto per quei settori maggiormente colpiti dai rincari e che rischiano un’ulteriore compressione del proprio capitale circolante. Con questo obiettivo UniCredit e Confapi Sicilia hanno siglato un accordo finalizzato al sostegno concreto delle imprese associate: più nel dettaglio la banca metterà a disposizione una nuova linea di finanziamenti, con importo minimo di 10.000 euro e durata 12 mesi comprensiva di pre-ammortamento fino a 6 mesi, a condizioni agevolate.

L’intervento rientra nella più ampia strategia di UniCredit che ha portato allo stanziamento di un plafond di 3 miliardi di euro per dare supporto alle aziende del Paese impattate dal “caro bollette” e per quelle che devono fronteggiare esigenze straordinarie legate all’attuale situazione dei mercati internazionali.

“Con questo accordo intendiamo rispondere alle necessità delle piccole e medie imprese rispetto a un problema non differibile, con una logica di attenzione e presenza attiva rivolta alle nostre comunità. – dichiara Salvatore Malandrino, Responsabile Regione Sicilia di UniCredit Italia -. In particolare, grazie all’accordo siglato con Confapi Sicilia, le imprese associate potranno beneficiare di linee di credito dedicate per limitare l’effetto negativo del caro-energia”.

La Presidente Confapi Sicilia, Dhebora Mirabelli dichiara: “Le piccole e medie imprese stanno attraversando una serie di nuove sfide e problematiche, dalla pandemia alla guerra in Ucraina, con conseguenze sulla produzione, sugli aumenti dei costi delle materie prime, rincari energetici e una pressione fiscale importante che resta invariata. Abbiamo bisogno di operazioni veloci e snelle per supportarle nel quotidiano. Crediamo in questo accordo firmato lo scorso 19 maggio e facciamo presente che la nuova linea di finanziamenti potrà beneficiare anche della garanzia Confeserfidi”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684