Contributi per l’efficienza energetica, online la piattaforma per imprese e Pa - QdS

Contributi per l’efficienza energetica, online la piattaforma per imprese e Pa

Serena Giovanna Grasso

Contributi per l’efficienza energetica, online la piattaforma per imprese e Pa

venerdì 24 Maggio 2019 - 00:00
Contributi per l’efficienza energetica, online la piattaforma per imprese e Pa

Sul sito di Invitalia il portale per presentare le domande di accesso al Fondo da 310 mln di euro. Le agevolazioni consistono nell’erogazione di finanziamenti o concessioni di garanzie

PALERMO – È stata attivata lo scorso lunedì sul sito di Invitalia la piattaforma online che permetterà la presentazione delle domande per l’accesso al Fondo nazionale per l’efficienza energetica. Tutti i dettagli sono contenuti all’interno del decreto attuativo dello scorso 5 aprile, firmato congiuntamente dal ministero dello Sviluppo economico e dal ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, approvato e registrato dalla Corte dei Conti.

Il Fondo, del valore di 310 milioni di euro, è finalizzato al sostegno degli interventi di efficienza energetica su edifici, impianti e processi produttivi realizzati da imprese, Esco (Energy service company) e Pubbliche amministrazioni e prevede l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato, cui è destinato il 70% delle risorse che confluiscono nel Fondo, o concessione di garanzie su singole operazioni di finanziamento, cui è riservato il 30% delle suddette risorse.

Gli interventi finanziabili alle imprese devono prevedere azioni di miglioramento dell’efficienza energetica dei processi e dei servizi, compresi gli edifici in cui viene esercitata l’attività economica. Sono finanziabili anche gli interventi di installazione o potenziamento di reti e impianti per il teleriscaldamento e teleraffrescamento efficienti. Per queste tipologie di agevolazioni, le imprese devono apportare un contributo finanziario non inferiore al 15% del costo del progetto mediante mezzi propri.

Le agevolazioni consistono in garanzie sulle singole operazioni di finanziamento e in finanziamenti per gli investimenti, di importo non superiore al 70% dei costi agevolabili, ad un tasso fisso pari allo 0,25% e della durata massima di dieci anni. Inoltre, queste agevolazioni risultano cumulabili con agevolazioni contributive o finanziarie previste da altre normative comunitarie, nazionali o regionali entro le intensità di aiuto massime consentite dalla vigente normativa dell’Unione Europea in materia di aiuti di Stato. L’importo finanziato avrà un valore compreso tra 150 mila e 2,5 milioni di euro.

Mentre per quel che riguarda gli interventi finanziabili alle pubbliche amministrazioni, devono prevedere azioni di miglioramento dell’efficienza energetica dei servizi e delle infrastrutture pubbliche, compresa l’illuminazione pubblica. Inoltre, devono agire nella direzione di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici di proprietà della pubblica amministrazione e degli edifici destinati ad uso residenziale, con particolare riguardo all’edilizia popolare.

Gli interventi sono ammissibili solo nei casi in cui si determinerebbero risparmi addizionali. In questo caso, le agevolazioni non possono superare il 60% dei costi ammissibili, ad eccezione delle agevolazioni concesse per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica delle infrastrutture pubbliche in cui si arriva all’80%, e prevedono una forma di finanziamento ad un tasso fisso pari allo 0,25%. L’importo ammissibile avrà un valore compreso tra 150 mila e due milioni di euro. Queste agevolazioni risultano cumulabili con altri incentivi fino al limite massimo del 100%.

Infine, ai fini del monitoraggio dei risparmi energetici conseguiti, Invitalia invierà all’Enea le informazioni raccolte sugli interventi ammessi alle agevolazioni al fine di stimare il risparmio energetico generabile.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684