Convenzione fra Troina e Enel per valorizzare lago Ancipa - QdS

Convenzione fra Troina e Enel per valorizzare lago Ancipa

redazione

Convenzione fra Troina e Enel per valorizzare lago Ancipa

mercoledì 23 Settembre 2020 - 00:00
Convenzione fra Troina e Enel per valorizzare lago Ancipa

Promuovere le risorse ambientali e naturalistiche del territorio favorendo uno sviluppo sostenibile. Ieri la firma sul documento che fortifica la collaborazione decennale tra Ente locale e azienda

TROINA (EN) – È stata sottoscritta ieri la convenzione con cui Enel concede al Comune, in comodato d’uso gratuito, alcune aree che costeggiano il lago Ancipa. A siglare il documento sono stati il sindaco Fabio Venezia e Girolamo Andrea Cicero, in rappresentanza del Gruppo Enel.

Frutto di ottimi e duraturi rapporti di collaborazione, la convenzione consentirà al Comune di Troina di promuovere le risorse ambientali e naturalistiche del territorio, elementi essenziali per promuovere l’incremento dei flussi turistici e un nuovo modello di sviluppo sostenibile. Infatti, oltre a essere circondato da magnifici boschi di aghifoglie, faggi e querce, dove è possibile incontrare conigli selvatici e lepri, il lago ospita anche numerosi uccelli acquatici.

Anche attraverso il coinvolgimento di associazioni del territorio, oltre a promuove gli aspetti naturalistici, il Comune darà l’avvio ad attività didattiche, sportive, ludiche e turistiche nelle aree oggetto della convenzione. Insieme a Enel, organizzerà, inoltre, visite guidate alla diga Ancipa e alla Centrale di Troina e altre iniziative di sensibilizzazione e di formazione connesse alla transizione energetica e allo sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili.

Da sempre molto attento alle tematiche del turismo naturalistico e dello sviluppo sostenibile, nonché alla valorizzazione degli aspetti ambientali, culturali e turistici dei territori in cui ha i propri insediamenti produttivi, il Gruppo Enel ha subito ben valutato le finalità del Comune di Troina e ha, quindi, accolto la richiesta di concedere l’uso gratuito di tali aree.

Il lago Ancipa venne creato artificialmente negli anni Cinquanta, costruendo l’omonima diga a sbarramento delle acque del torrente Troina, allo scopo di utilizzare l’acqua per produrre energia elettrica. L’Ancipa costituisce oggi una delle maggiori risorse per l’approvvigionamento idrico della Sicilia centrale. L’acqua con cui viene prodotta l’energia elettrica viene poi distribuita, sia per uso potabile che irriguo, a 13 comuni dell’ennese ad altri centri del nisseno e del catanese. Qualche anno fa l’Ancipa è stato oggetto di un cospicuo investimento Enel, che ha comportato la messa in sicurezza antisismica della diga mediante la realizzazione di alcuni contrafforti, l’irrobustimento e una miglior protezione del corpo diga. Tale investimento ha consentito di portare a circa 30 milioni di metri cubi la capacità massima dell’invaso.

“L’Amministrazione comunale – ha detto il sindaco Fabio Venezia – da anni è impegnata sul fronte della valorizzazione del patrimonio naturalistico e l’area dell’Ancipa costituisce una straordinaria risorsa, da tutelare e rendere fruibile nell’ottica dell’ecosostenibilità. L’ormai decennale rapporto di collaborazione con Enel e la sinergia che si è sviluppata negli ultimi anni ci danno oggi la possibilità di mettere a sistema un progetto di fruizione che farà diventare Troina la porta Sud dei Nebrodi e un polo di eccellenza per il turismo naturalistico ed ecosportivo”.

“Un sentito ringraziamento – ha aggiunto – va all’ingegner Cicero e a tutta l’Azienda per il generoso sostegno ai progetti virtuosi volti a promuovere il nostro territorio e per la straordinaria sensibilità e attenzione verso la nostra città nel corso della dura fase dell’emergenza Covid-19, manifestatasi con il pronto invio di dispositivi di sicurezza e con l’illuminazione tricolore della diga Ancipa”.

“Troina e il suo territorio – ha dichiarato Girolamo Andrea Cicero, responsabile Enel Green Power Italia Area Sud – sono per Enel molto importanti. Qui abbiamo asset strategici, fondamentali non solo per la nostra azienda, ma anche per lo sviluppo di buona parte del territorio siciliano. Ancipa, infatti, consente di produrre l’energia elettrica per circa 20.000 famiglie, evitando l’emissione in atmosfera di circa 30.000 T/anno di CO2, ma anche di fornire circa 24 milioni di metri cubi di acqua per uso potabile per le province di Enna, Caltanissetta e Agrigento e circa 16 milioni di m³ per usi irrigui alle provincie di Enna e Catania. Questa parte della Sicilia, e Troina in particolare, rappresentano, quindi, per Enel una Comunità importante, di cui ci sentiamo parte e che abbiamo sempre sostenuto, come in occasione del recente lockdown, quando, oltre a fornire mascherine, guanti e tute al personale medico e paramedico dell’Ircss di Troina, abbiamo deciso di illuminare con il tricolore italiano il paramento di valle della diga di Ancipa per dare un segnale di vicinanza a sostegno all’intera Comunità”.

“Oggi – ha concluso – con la firma di questa convenzione vogliamo andare oltre, gettando le basi per uno sviluppo sostenibile di questi territori che parta dal lago di Ancipa”.

L’oggetto della Convenzione rientra fra le iniziative di sostenibilità e creazione di valore condiviso, promosse dal Gruppo Enel. In particolare, questo progetto è collegato agli Obiettivi di sviluppo sostenibile numero 8 e numero 11 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, la cui finalità rispettivamente sono: “Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti” e “Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, duraturi e sostenibili”

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile, sottoscritta nel 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’Onu, è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità che ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo sostenibile in un grande programma d’azione con ben 169 traguardi.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684