Covid India, scandalo tamponi, oltre 100mila falsi per un festival - QdS

Covid India, scandalo tamponi, oltre 100mila falsi per un festival

web-gl

Covid India, scandalo tamponi, oltre 100mila falsi per un festival

web-gl |
giovedì 17 Giugno 2021 - 10:19

Milioni le persone che vi hanno preso parte ad aprile, nel bel mezzo della seconda ondata della pandemia.

Sarebbero più di 100mila i tamponi falsi per il Covid effettuati ad altrettanti partecipanti al festival indù di Kumbh Mela, che si è tenuto ad aprile nello stato dell’Uttarakhand nel nord dell’India. Su questo sta indagando la polizia indiana, che mette sotto accusa i laboratori privati che avrebbero fornito identità fasulle, numeri di cellulari e indirizzi inesistenti.

Milioni le persone che hanno preso parte al più grande festival indù nel bel mezzo della seconda ondata della pandemia mentre molti ospedali indiani facevano i conti con carenza di ossigeno e di posti letto, il che ha attirato molte critiche nei confronti delle autorità dell’Uttarakhand. Anche perché molte delle persone tornate dall’evento sono state poi responsabili della diffusione del contagio in altre comunità.

I funzionari dello stato settentrionale indiano all’epoca si difesero affermando che ogni visitatore veniva sottoposto al tampone per Covid da parte di laboratori privati. Che però è emerso che falsificavano i test. “Verrà fatta causa aii laboratori di Nuova Delhi e Haryana, che hanno condotto test in cinque luoghi di Haridwar durante il Kumbh Mela”, ha detto all’agenzia di stampa Ani Subodh Uniyal, portavoce del governo dell’Uttarakhand.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x